Chi siamo

Mamamò è un progetto di DigitalBOOM, un’associazione culturale che si occupa di educazione digitale per adulti e ragazzi. Dal 2012, anno in cui esordisce online, Mamamò vuole essere una bussola nell'impegno costante di crescere figli capaci di affrontare l'universo dei media in modo sempre più consapevole e critico. Nello sforzo quindi di non coprirgli gli occhi, ma di insegnargli a guardare. Intende proporsi come guida per genitori – ma anche professionisti dell’editoria, insegnanti, bibliotecari… - nell’universo complesso dei media digitali, attraverso recensioni di app, ebook e videogiochi e notizie sulla media education, sulla scuola digitale e sulla tecnologia rivolta ai bambini.

Roberta Franceschetti (Founder)

Lavora da 15 anni nel mondo della comunicazione e dell'editoria, occupandosi soprattutto di nuovi media. Dopo la laurea in lettere, ha conseguito un M.A. in storia del design al Royal College of Art di Londra e un master in editoria multimediale e comunicazione digitale al Politecnico di Milano. Ha lavorato per case editrici e agenzie come Giorgio Mondatori, Condé Nast, Franco Maria Ricci e Artefice. 

Nel 2012, convinta che un pezzo della nostra vita passi ormai attraverso i pixel di schermi touch, ha fondato Mamamò per guidare i genitori attraverso lo stupefacente mondo dei nativi digitali.

"Qualche tempo fa il mio esplosivo seienne aveva appena rovesciato la sua tazza di latte e biscotti al cioccolato sul pavimento della cucina. Era uno di quei momenti in cui si ha bisogno di credere che esista da qualche parte una ricetta miracolosa per affrontare quell'imperscrutabile, esaltante e terrorizzante compito di crescere un figlio. Mi sono detta: "There must be an app for that!". Così sono partita alla ricerca dell'app perfetta, che risolvesse con un semplice download le ansie, le aspettative, i bisogni dei genitori moderni. Dopo mesi, sono ancora in viaggio convinta che un pezzo della nostra vita passi ormai attraverso i pixel dei mezzi digitali. Meglio farsene una ragione e insegnare ai nostri figli come sfruttarli al meglio".

Profilo LinkedIn

Elisa Salamini (Co-founder)

E' una content e social media manager con ormai 15 anni di esperienza sui canali web femminili ed educational. Laureata in Lettere Moderne, dopo un master in Content Management (Ateneo Multimediale, Milano) ha lavorato per aziende ed enti come Virgilio.it, Matrix S.p.A. (Telecom Italia), Parco Tecnologico Padano e FattoreMamma.

"Qualcuno, già alle origini di Internet, scrisse "Content is King". Per me questo è un motto, un'indicazione da seguire sempre, andando in cerca - in Rete, come tra le persone e gli oggetti intorno a me - di contenuti da cui essere interessata, aiutata e coinvolta. 

Ri-conoscere Roberta e seguirla con entusiasmo nella creazione di Mamamò ha conciliato la mia conoscenza ed esperienza sul web con il desiderio di capire con più consapevolezza il mondo digitale di cui i miei figli sono nativi. E dalla volontà di proporre loro contenuti di qualità, anche quando sono fruiti su un tablet, uno smartphone, una console di gioco o sul pc di casa, è nato un percorso comune, da condividere con chi, come noi, è alle prese con l'educazione anche digitale dei bambini."

Profilo LinkedIn

Contributors

Giulia Natale

Consegnata agli annali la laurea in giurisprudenza, si occupa dal 2002 di letteratura per l'infanzia in tutte le sue forme, anche passando per una felice collaborazione con la casa editrice Lapis; mamma di tre bambine, in loro compagnia esplora da due lustri storie stampate sulla carta o sviluppate in digitale.

Dal 2011 inizia a scrivere un blog dedicato alla scoperta di storie digitali per bambini, e si divide tra il suo blog paddybooks, wired.it e mamamò, dove ricerca, con il lanternino, ebook di qualità, soprattutto se interattivi; ha realizzato, con un gruppo di amici, una serie di ebook e app per bambini. Non chiedetele di scegliere tra carta e digitale perché pensa che la fantasia possa viaggiare su qualsiasi supporto.

 

Rossella Grenci

Logopedista, autrice e blogger, si occupa da 20 anni di disturbi di apprendimento. Dei suoi 3 blog rossellagrenci.com è, ormai da diversi anni, fra i primi classificati per numero di visitatori sulla tematica “Disabilità”. I suoi interessi l'hanno portata a coniugare lavoro e creatività in diversi modi, compreso l'aver scritto un libro dal titolo “Le aquile sono nate per volare. Il genio creativo nei bambini dislessici”.
Collabora con Mamamò per quanto riguarda la recensione di App che siano utili a bambini e ragazzi speciali come quelli dislessici.

 

 

 Emanuele Cabrini

Nel 2009 ha fondato GameSearch.it con l'idea di sfruttare -gli piace usare questo termine- il videogioco come uno strumento per andare a contatto con le persone, entrare nella loro mente e farle riflettere sul mondo e sulla propria vita. E' diventato uno dei principali organizzatori di eventi culturali a sfondo videoludico collaborando con università, musei, biblioteche ed altre importanti istituzioni.
Il suo progetto è citato in diverse tesi di laurea e pubblicazioni (in Italia e anche all'estero); GameSearch.it è inoltre l'unico sito di cultura videoludica italiano a vantare una collaborazione col Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo Da Vinci di Milano. Nella vita si occupa anche di discipline naturopatiche, in particolare la Reflessologia Plantare e la Medicina Tradizionale Cinese.
Oltre i videogame, è un grande appassionato di musica.

Caterina Moscetti

Docente di Scuola Primaria da sempre curiosa esploratrice di nuovi percorsi didattici che rendano la scuola kids friendly. E’ la felice responsabile di CoderDojo Sigillo, club gratuito di programmazione per ragazzi, dove si diverte a combinare creatività e tecnologia. Formatrice Piano Nazionale Scuola Digitale, Net Teacher USR Umbria. Utilizza le tecnologie per rendere l’apprendimento un processo creativo, collaborativo e divertente. Il coding applicato alla didattica è la sua ultima, entusiasmante, scoperta.

 

 

 

Alessandra Carboni

Amante dei gatti, dei videogiochi e della buona cucina, lavorativamente si divide da sempre tra scrittura e conti. Ragioniera di formazione e poi laureata in lingue, è successivamente diventata giornalista professionista. Ha lavorato per 7 anni per l'agenzia genovese di giornalismo Totem di Franco Carlini, scrivendo di internet, telecomunicazioni, scienza, tecnologia, videogiochi e nuovi media per testate come Corriere della Sera, il Manifesto, Finanza&Mercati, L'Espresso. 
Nel 2010 la passione per i videogame l'ha portata a fondare un piccola società dedicata allo sviluppo indipendente di giochi assieme a due amici ed ex colleghi, dove ha preso confidenza con il game design e la grafica 3D, occupandosi nel frattempo anche delle questioni amministrative. Da fine 2014 collabora con Mamamò alla recensione di giochi per Pc e console, con un occhio di riguardo alla scena indie, convinta che ci sia molto da scoprire e di cui godere anche tra i titoli che non finiscono sugli scaffali accanto ai tripla A.

Tutti i Diritti Riservati © DigitalBOOM P.I. C.F. 07732900720