fbpx

Il Segreto dell’Ultimo, la chimica in missione segreta

Il segreto dell’Ultimo. Editore: Quintadicopertina. Testi: Stefania Fabri. Illustrazioni: Orsola Damiani. Supporto: Kindle, Kindle Format 8, Ipad, ereader. Lingua: Italiano. Prezzo: 3,49 €

Noi e tutto, tutto quanto intorno a noi, deriviamo dalle combinazioni degli elementi presenti nella tavola periodica degli Elementi.

Anche quando non erano ancora stati scoperti, quando ancora quella tavola presentava spazi vuoti, già si era arrivati a capire che in quel posto libero avrebbe dovuto accomodarsi per sempre un certo Elemento, con sue proprie caratteristiche.

A ragionarci bene è proprio molto naturale che da protagonisti assoluti della composizione del mondo materiale in cui viviamo, gli Elementi siano diventati protagonisti di questo lungo e stratificato racconto di chimica, fantasia e fantascienza…chi se non loro?!

L’ebook interattivo per bivi Il Segreto dell’Ultimo di Stefania Fabri ha una trama fitta e anch’essa, come tutti i processi dinamici, soggetta a cambiamento nello sviluppo.

Pubblicato dalla casa editrice digitale genovese Quintadicopertina, si legge su tablet, computer o eReader, offre 37 tavole illustrate di Orsola Damiani ed è avventura, narrazione allo stato puro (!) e ironia.

Padre Idrogeno, il tirannico Signore del Sistema degli Elementi, assetato di dominio, deve trovare un elemento di sua fiducia da inviare in missione segreta, uno che sia capace di raccogliere e riferire informazioni sui più pericolosi tra gli elementi ribelli del Sistema, cioè tra gli Elementi Radioattivi, gli unici potenzialmente capaci di sfidarlo e sottrargli potere, quelli creati in modo artificiale dai Terrestri (presentati come gli abitanti dell’Universo più infidi e chiassosi).

A chi affidare un’impresa così delicata?
Ad Argo? Gas che non si compone con gli altri elementi, un individualista, solitario e calmo.
O a Niton, alias Radon, Gas nobile naturalmente radioattivo, pericoloso.
O a Tantalia, resa al femminile, metallo duro, duttile e resistente (di cui siamo circondati, si trova nei computer, nei cellulari e negli apparecchi fotografici).

L’aspetto coinvolgente di questa polistoria, per cui è essenziale la veste digitale, sta nella possibilità, tutta nelle mani e nella scelta del lettore, di stabilire come procedere alla fine di alcuni capitoli.

Quando, infatti, i personaggi non sapranno bene come comportarsi sarà imprescindibile la vostra collaborazione per lo sviluppo della narrazione!

Inoltre, quando ci si imbatte per la prima volta in un elemento chimico, ci si imbatte anche nel suo simbolo, toccando il quale si ha accesso a usi e informazioni; poi si può scegliere se tornare indietro o proseguire nella storia.

Un aspetto particolarmente divertente di questa lettura, costantemente doppio, sta nel termine elemento, che riferisce a volte all’individualità, a volte all’elemento chimico in se stesso, a volte alla sovrapposizione delle accezioni.

Una storia di viaggio nella materia e di imprese ultraterrene, di dialoghi irreali e possibili, di legami chimici e catene che si formano e si rompono.

E’ una storia per apprendere tantissimo sulla chimica senza percepire la fatica dell’imparare, alimentandosi del fascino di una nuova dimensione. Ma è anche una storia di dominio, di spionaggio a numerosi anni luce dalla Terra, di plasma in ebollizione e di schede di approfondimento.

Un modo diverso e avvincente per avvicinare Gas Nobili, Metalli con le loro peculiarità chimiche, Transuranici (i più giovani, di cui si narravano imprese incredibili…), l’universo intero dall’Arsenio all’Uranio!
In chiusura, la sezione Finisci tu di scrivere la storia, riserva sorprese e attende spunti.