Yum and Yuk – When the sun goes down

Yum & Yuk. Editore: KiteTails. Testi e illustrazioni: Nanette Nocon e John Kastner. Supporto: iPhone, iPad, iPod touch e Mac. Richiede  iOS con iBooks 3 o versione successiva e iOS 5.0 o versione successiva. Lingua: Inglese. Prezzo: 5,49 €.

Trovato! Abbiamo scovato un ebook speciale, Yum and Yuk, con una storia adatta a questi giorni paurosi ed è eccezionale. E’ interattivo, illustrato, animato; c’è un racconto alla Hitchcock, che ha la suspense, la tensione e il colpo di scena finale che diverte e ci gela.

È l’ora di tuffarsi nelle zucche e nel vento freddo che soffia tra gli alberi di una notte nera di un nero bosco.

Ciò che ha di fantastico è che non è il solito libro mezzo zuccheroso sulla notte di Halloween; il suo fascino, infatti, sta nell’essere nato negli Stati Uniti dalle competenze e dalla creatività di NorthLight  che, con la tecnologia Pubcoder, lo ha impacchettato in meno di un mese e, soprattutto, nell’essere un libro interattivo finalmente rivolto non solo a bambini ma a ragazzi e adulti. Trae ispirazione da una serie cartacea, cui seguì il dvd di successo, mancava solo il libro quindi godiamocelo.
Avanti fumettari e amanti della tensione narrativa, c’è pane per i vostri denti!

Due gli inquietanti protagonisti: Yum e Yuk, creature di fantasia spericolata, un solo occhio nel centro di quella cha ha tutta l’aria di essere una testa…braccia fini, pantaloni cadenti, bocca triviale, a bordo di una rombante…bicicletta.

Magari non ci sono simpatici ma la voglia di seguire la loro avventura è pressante. Pedalano al calar del sole sentendosi seguiti e con addosso la terrificante sensazione che le spaventose creature, di cui precepiscono la presenza, siano lì proprio per loro.

Ottima la cornice introduttiva all’uso dell’interattività.
In prima tavola al touch l’acqua putrida dello stagno prende vita e la corsa dei protagonisti sul ponte viene avvolta dalla tenebra (la tavola si fa cupa con minacciosi occhi gialli, dopo due secondi, torna brillante).
In seconda tavola assistiamo alla loro fuga tra foglie che, allo scuotimento progressivo del tablet, si allargano fino a scomparire, il tutto avviene mentre la tavola scorre autonomamente da destra a sinistra e viceversa conferendo gran tensione allo sviluppo della storia.
In tavola 10, inquadratura cinematografica, lo scuotimento determina il movimento del nodoso ramo alto, al touch sui personaggi si leva un urlo agghiacciate e loro stessi acquisiscono un tremolio liquido dall’effetto suggestivo e pertinente.


In tutto il libro si animano fantasmi, ombre, gatti neri e occhi rossi, bocche aperte sfoderano denti; la creatura che li segue sale le scale della casa in cui si sono rifugiati, non hanno più scampo, vuole prenderli, suona alla loro porta. Aprono la porta…ma no…perchè…non fatelo, non aprite! Lingua a penzoloni, terrore nell’unico occhio… sotto la maschera c’è Teri Toot…la bambina più spaventosa e brutta che esiste, bambolotta dall’occhio fisso e vitreo: TRICK or TREAT! DOLCETTO o SCHERZETTO !


Alla bambina cadono caramelle dal sacchetto. Li invita ad uscire per contnuare a giocare, Yum e Yuk fanno i buchi a due lenzuola per poterle infilare, si coprono, escono e fuggono ma sono sempre più EVANESCENTI. Il finale lascia di stucco, è questo l’Halloween che vogliamo!

Una colonna sonora di impressionante efficacia con percussioni e violini accompagna la lettura autonoma del testo inglese di cui non è offerta traccia sonora.