fbpx

Bambini piccoli e schermi: indicazioni per essere educatori digitali in famiglia

bambini e schermi

I dispositivi digitali esistono e sono sempre più presenti nella nostra vita quotidiana e in quella dei nostri figli fin da piccoli: migliorano la nostra vita e rappresentano una opportunità, se ne conosciamo le potenzialità e i rischi.

Ecco dieci suggerimenti per aiutare i nostri figli piccoli a utilizzare la tecnologia (e gli schermi) in modo positivo e sicuro.

1. Sii equilibrato

Spesso i genitori vivono la tecnologia in modo estremo: c’è chi la considera una presenza negativa nella vita familiare e la vieta completamente, c’è chi ignora i pericoli e permette ai figli di usufruirne liberamente. Nessuna di queste due modalità è efficace e tanto meno educativa: fai tuo un approccio equilibrato, che è la strada migliore per affrontare le sfide educative.

I dispositivi tecnologici, allo stesso modo di tanti altri strumenti della vita quotidiana, possono essere usati bene o male: come genitore puoi aiutare tuo figlio ad essere consapevole della differenza.

2. Non cercare la ricetta 

L’equilibrio ottimale per ogni famiglia è unico. Spesso siamo alla ricerca della formula magica, che ci dica cosa fare, ma ogni famiglia è unica, gli stili educativi e i valori variano. Devi costruire tu, con la tua famiglia, il vostro equilibrio: quando i tuoi figli usufruiranno delle opportunità che i dispositivi tecnologici offrono senza incorrere in pericoli e effetti dannosi, sentirai di averlo trovato.

3. Interessati

Sii curioso e impiega del tempo a conoscere strumenti digitali, app, videogiochi, canali youtube. Fatti un’idea di quali pensi sia opportuno proporre a tuo figlio o di quali sta già usando.

4. Aggiornati costantemente

Man mano che i figli crescono, cambia il loro interesse per i contenuti e il loro coinvolgimento: l’equilibrio che trovi per tuo figlio quando ha due anni, non sarà lo stesso di quando inizierà la scuola primaria, o quando sarà adolescente, semplicemente perché il tuo bambino cresce e avrà sempre esigenze diverse. Inoltre nessuno potrà facilmente prevedere quali sfide e opportunità ci porrà di fronte il mondo digitale tra qualche anno. Preparati ad aggiornarti in modo permanente e a ricercare costantemente il baricentro.

5. Riconosci i segnali di “pericolo”

La tua famiglia non è in una situazione equilibrata nell’uso delle tecnologie quando:

  • i tuoi figli si annoiano quando non hanno accesso ai dispositivi digitali
  • i tuoi figli sono infelici, si lamentano, protestano, piangono quando non possono utilizzare i mezzi tecnologici
  • lo screen time interferisce col sonno, con il gioco, le relazioni faccia a faccia, la scuola, le attività sportive

6. Fai delle scelte

Come cerchi di assicurare una dieta alimentare varia e adatta a tuo figlio, scegli i contenuti digitali di cui usufruisce in modo che siano adeguati alla sua età.

Scegli app educative o video che aumentino le conoscenze e le competenze dei tuoi bambini.

Privilegia i contenuti interattivi: non è la stessa cosa un’ora passata a guardare video su YouTube, che un’ora impiegata a provare a realizzare degli origami seguendo un tutorial o ballando con un’app.

7. Bilancia il tempo online e offline

La qualità dei contenuti di cui usufruisce un bambino in rete è fondamentale. Altrettanto importante preservare il tempo per attività che vanno al di là degli schermi e della tecnologia. Il movimento, la lettura, il disegno, il gioco, le conversazioni, le relazioni …  devono essere presenti nella vita del tuo bambino e occupare la maggior parte del tempo.

Assicurati di proporre ai tuoi figli stimolanti esperienze offline.

8. Programma momenti screen free

Preserva dei momenti familiari in cui le relazioni siano faccia a faccia senza schermi: i pasti, le serate con gli amici, una gita…

9. Condividi

Non limitarti a controllare la vita online dei tuoi figli o a stare seduto di fianco a loro facendo altro quando utilizzano schermi digitali, ma provate a condividere dei momenti di video-gioco o guardate insieme un video.

Interagire nell’uso dei dispositivi digitali con loro è importante perché:

  • ti permette di conoscere e controllare il contenuto a cui accedono e saperne di più circa i loro interessi
  • il bambino imparerà nell’interazione con te come si usa uno strumento, cosa è appropriato e cosa non lo è
  • potrà confrontarsi con un adulto che medierà le esperienze emotive che vive anche online
  • sarete legati da un interesse e un’esperienza condivisa
  • non è escluso che anche tu potrai imparare qualcosa di nuovo da tuo figlio

10. Rendi il digitale un affare di famiglia

I bambini non sono piccolo geni perché sanno utilizzare gli strumenti tecnologici in modo veloce, a volte in modo più immediato di noi:  i benefici dei dispositivi digitali sono strettamente in relazione ai modi e tempi in cui vengono gestiti da noi adulti e dalla nostra capacità di mediazione.

Ogni giorno prendi decisioni per la tua famiglia: che spese fare e quali rimandare, dove si andrà in vacanza, a che ora è opportuno andare a letto, chi si occupa di lavare i piatti o rifare i letti. Sono decisioni di cui spesso si discute insieme e in cui i tuoi figli man mano che crescono vengono coinvolti: l’uso della tecnologia dovrebbe avere lo stesso tipo di trattamento.

Lavorare come “genitori educatori digitali” significa prendere delle decisioni e fare delle scelte, dare delle regole, rinegoziarle man mano che i figli crescono, intervenire quando i limiti vengono oltrepassati, fare in modo che i bambini imparino gradatamente ad autoregolarsi, equipaggiarli per essere sempre più autonomi e responsabili.

Non pensare alla tecnologia come un calmante da utilizzare per fare star buono tuo figlio,  un male o un bene inevitabile, ma come un’opportunità di cui usufruire e da inserire in modo pensato e positivo fra le esperienze di tuo figlio.