Tabelline, croce e delizia. I trucchi per impararle

trucchi per imparare le tabelline

Le tabelline, croce e delizia della matematica dei primi anni di scuola, sono una bella scorciatoia per evitare somme lunghe e laboriose. Spesso purtroppo si trasformano però in un  noioso esercizio cantilenato a cui vengono sottoposte anche mamme disperate e papà disponibili!

Se vi chiedessero “quanto fa 7×8?”, in quanti secondi riuscireste a rispondere? Sicuri che dareste subito il risultato corretto? Questa domanda, apparentemente innocua, sembra essere il più diffuso ostacolo mondiale in tema di tabelline.

Imparare le tabelline con le cantilene è semplice, ma spesso non molto efficace… a causa delle insidie della rima. Un esempio? Ecco che ritroviamo proprio il nostro 7×8. Potrebbe fare 56, ma anche 54 o 58… o peggio… 48!

Quindi, come fare per non lasciarci ingannare dalle rime delle tabelline? Il trucco c’è! Si tratta dell’ordine in cui è più semplice imparare le tabelline.

Ottieni subito Redooc Premium Primaria e Medie GRATIS per 1 mese (scaduto il mese potrai accedere per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati).

Registrati a redooc.com oppure, se sei già registrata, utilizza il codice MAMAMO18.

Trovi tutte le spiegazioni nella pagina di registrazione gratuita dedicata alle lettrici.

Il trucco per imparare le tabelline

Ecco una sequenza che aiuta a memorizzare le tabelline:

  • Si parte dal 10, perché è come contare 1, 2, 3, 4… attaccando uno zero.
  • Poi si passa al 5, la metà di 10; una tabellina che finisce sempre per 5 o per 0.
  • Poi è il turno di 2, in realtà la prima tabellina che i tuoi figli imparano a scuola. Con la tabellina del 2 puoi calcolare il doppio di un numero: basta usare le mani! Alza le stesse dita in ciascuna mano e poi conta le dita per trovare il risultato della moltiplicazione. Come calcoli quanto fa 2 x 2? Alza in entrambe le mani l’indice e il medio: quante dita hai alzato? 2 dita della mano destra e 2 dita della mano sinistra. Quindi 4 è il risultato della moltiplicazione.
    La tabellina del 2 è facile da ripetere: basta contare saltando un numero ogni volta: 2 (salta il 3), 4 (salta il 5), 6, e così via 8 e poi 10.
  • Poi aiuta tuo figlio ad imparare la tabellina del 4 prestandogli anche le tue mani: alzando le stesse dita sulle vostre quattro mani trovate il risultato della moltiplicazione. Quanto fa 4 x 3? Alzate 3 dita, il pollice, l’indice e il medio di ciascuna mano: contando le dita alzate di ogni mano (che sono 3) su tutte le 4 mani, trovate la risposta, cioè 12.
  • Con lo stesso trucco possiamo imparare anche la tabellina dell’8: servono giusto un paio di amici disposti ad aiutare con le loro mani!
  • A questo punto si può studiare la tabellina del 9, togliendo l’eccesso dalla tabellina del 10 (ad esempio 7×10 = 70–7= 63, quindi 7×9= 63, 6×10 = 60-6 = 54, quindi 6 x 9 = 54, e così via). C’è anche un trucco interessante che ci permette di ricordarsela, basta utilizzare le mani: osserva il video (a cui puoi accedere dopo la registrazione gratuita al sito) con tuo figlio e metti in pratica i suggerimenti. La tabellina del 9 non sarà più un incubo!
  • Quindi si passa alle tabelline del 3 e del 6. Con il 3 non c’è speranza… bisogna studiare la tabellina del 3 a memoria, ma con il 6 si raddoppia!
  • Infine la tabellina del 7… di fatto già studiata nelle altre tabelline.

Altri trucchi per tabelline più facili e divertenti

Un piccolo trucco per semplificare le tabelline è moltiplicare sempre prima il numero più piccolo per il numero più grande (in Giappone questa è un’indicazione esplicita a scuola!), ad esempio “4 volte 3” viene sempre contato come “3 volte 4”.

E’ utile anche imparare a memoria i quadrati, cioè i numeri moltiplicati per sé stessi, che formano la famosa “diagonale” delle tabelline: 1, 4, 9, 16, 25, 36, 49, 64, 81, 100.

Aiutarsi con la Tavola Pitagorica è molto utile per controllare sempre la correttezza del risultato. Il consiglio per i bambini è quello di disegnarne una, magari di cartone, da appendere di fronte alla scrivania per ripassare.

Tavola Pitagorica

Un altro strumento utile e divertente per impararle è il mandala delle tabelline(clicca per scaricarlo), che permette di “vedere” le tabelline. Ripetendo una tabellina, basta collegare le unità dei numeri che formano la numerazione di quest’ultima. “Et voilà” vedrete che con ogni tabellina otterremo una forma particolare, ad esempio con la tabellina del 2 otteniamo un pentagono. Con questo metodo, per i bambini sarà più facile memorizzare le tabelline ricordando il disegno che compongono sul mandala!

Mandala delle tabelline

 

E quanto fa 7×8? Un trucco davvero utile è ricordare la sequenza di numeri dal 5 all’8: 5,6,7,8 … infatti 56= 7×8.

Questi sono solo alcuni degli accorgimenti che si possono utilizzare quando si tratta di imparare le tabelline. Nella lezione “giochiamo con le tabelline” troverai tanti giochi da scaricare e stampare: la ruota, il puzzle, il memory, l’orologio per memorizzare la tabellina del 5… Con questi piccoli trucchi, imparerai insieme a tuo figlio che non è fondamentale studiare a memoria le tabelline: basta imparare qualche piccola scorciatoia!

I giochi per imparare le tabelline sono presenti nella sezione Scuola Primaria della piattaforma Redooc.com, insieme a indicazioni di metodo, video-lezioni ed esercizi interattivi. Approfitta anche degli esercizi interattivi che trovi in fondo ad ogni lezione, pensati per far esercitare tuo figlio divertendolo. Facendo correttamente gli esercizi si accumulano gettoni che possono essere utilizzati per acquistare gli Avatar della serie bambini, mostri, animali, sportivi e tanti altri!

Le tabelline servono anche in inglese!

Da oggi puoi imparare le tabelline anche in inglese: scopri con tuo figlio le moltiplicazioni e le tabelline con le nuove lezioni di Redooc in lingua inglese.

Se ci fosse stato Redooc nel 1998, l’allora ministro dell’istruzione inglese Stephen Byers avrebbe potuto evitare di fare una pessima figura di fronte a tutti i suoi concittadini. Dopo aver rimproverato gli studenti sull’importanza dello studio della matematica a scuola, partecipò ad un’intervista radiofonica in cui gli chiesero: “quanto fa 7 x 8?”. La sua risposta immediata fu “54”… che disastro! Divenne lo zimbello dei giornalisti inglesi.

Buon allenamento con redooc.com!

Ottieni subito Redooc Premium Primaria e Medie GRATIS per 1 mese (scaduto il mese potrai accedere per sempre a tutte le lezioni FREE con video ed esercizi spiegati).

Registrati a redooc.com oppure, se sei già registrata, utilizza il codice MAMAMO18.

Trovi tutte le spiegazioni nella pagina di registrazione gratuita dedicata alle lettrici.