fbpx

Parlare ai bambini di guerra e di pace

war horse

Il 21 settembre di ogni anno si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale della pace, istituita il 30 novembre 1981 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Si tratta di un giorno di pace e di non-violenza, che invita tutte le nazioni e persone a cessare le ostilità, tanto che è anche conosciuta anche come il giorno del Cessate il fuoco.

La generazione nata negli anni Settanta ha vissuto i conflitti in modo mediato, attraverso i racconti dei propri nonni. I bambini di oggi invece sono bombardati da immagini mediatiche di distruzione e di violenza – che spesso non riescono a comprendere e a gestire emotivamente – ma non hanno nonni che possano filtrare e raccontare in una dimensione personale l’esperienza della guerra.

Per parlare ai bambini di guerra e di pace, possono allora essere utili una serie di film, libri e app, con un linguaggio a loro accessibile e adatto alle diverse età. Ecco una selezione.

Valiant Hearts: The Great War (Videogioco)

Valiant Hearts

Valiant Hearts è un videogioco meraviglioso, capace di raccontare la Prima Guerra Mondiale con la stessa poesia delle più note opere letterarie e cinematografiche. Grazie ad un’accurata ricerca storica, il gioco prende spunto da vicende vere, vicende di uomini comuni strappati di punto in bianco alla propria quotidianità e costretti ad andare a combattere al fronte, in alcuni casi senza neanche conoscerne il motivo. Il contrasto tra l’estetica da buffo cartone animato (assolutamente non violenta) e le esperienze tragiche, che si affrontano virtualmente impersonando i quattro protagonisti del gioco, ci fa sorridere e commuovere profondamente.

Auschwitz, una storia di vento (App)

auschwitz

A raccontare l’orrore della guerra, la deportazione e la tragedia della Shoah ci prova anche l’app Auschwitz, una storia di vento, ideata da Franco Grego. Si tratta di una fiaba illustrata e multimediale che racconta la storia di due fratelli ebrei francesi, Jou Jou e Didier, deportati assieme al padre. In questo viaggio li accompagnano i giovani lettori, che possono animare le scene interagendo con oggetti e personaggi: il deposito dei beni sottratti agli ebrei diventa così un luogo di scoperta, la baracca una voliera di oggetti impazziti e il camino dei forni un drago minaccioso. Al racconto di finzione si accompagna poi una sezione di contenuti extra, con una cronologia dell’Olocausto, alcune cartine dei principali ghetti e campi di concentramento, una bibliografia e un elenco di film e documentari per eventuali approfondimenti.

War Horse (App, ebook e film)

war horse

L’app War Horse di Touch Press fa un’interessante sintesi tra l’audiolibro, il film di Spielberg e approfondimenti storici, consentendo di “esplorare” il romanzo di Michael Morpurgo in modo inedito. Il racconto parte dal rapporto di amicizia tra Albert, un ragazzo che vive nella campagna del Devon, e il suo cavallo Joey, che viene ceduto all’esercito inglese e utilizzato al fronte durante la Prima Guerra Mondiale. Il conflitto viene così narrato attraverso le drammatiche avventure di Joey e degli uomini con cui avrà a che fare sugli opposti schieramenti, tra trincee, diserzioni, massacri e requisizioni di guerra. Purtroppo, l’app è solo in inglese. Il romanzo di Morpurgo è però disponbile, in formato cartaceo e in ebook, anche in italiano, così come il film di Spielberg.

D-Day Odyssey (App)

d-day odyssey
Se l’app di Warhorse parte dalla trama narrativa del romanzo di Morpurgo per approfondire con contenuti storicamente accurati la Prima Guerra Mondiale e l’uso dei cavalli da guerra, D-Day Odyssey sfrutta i meccanismi del gioco d’avventura per interessare i ragazzi a un episodio storico decisivo della Seconda Guerra Mondiale, toccando temi legati all’archeologia subacquea, alle nuove tecnologie e alla ricerca storica. Rappresenta un approccio meno emozionale, che può però rappresentare il punto di partenza per una riflessione sui segni indelebili di distruzione lasciati dai conflitti.

Storia di una ladra di libri (Libro e Film)

storia di una ladra di libri

“Storia di una ladra di libri” è un racconto di resilienza nella Germania nazista durante la guerra. Segue le vicende di Liesel, una bambina di nove anni che viene data in adozione ad una coppia di tedeschi dalla madre, costretta a fuggire dal paese perché comunista. Saranno il suo coraggio e l’amore per i libri a permettere alla bambina di superare la lunga scia di morte e distruzione che la guerra e il regime nazista lasceranno dietro di sé. Il film è tratto dall’omonimo libro di Markus Zusak.