Le migliori app per bambini di 2-3 anni

app per bambini 2-3 anni

Il mondo delle applicazioni per bambini per smartphone e tablet è davvero sconfinato e spesso non è così semplice selezionare le applicazioni migliori dedicate ai bambini più piccoli. Compiere queste scelte è molto importante perché l’applicazione giusta può essere uno strumento fidato per aiutare i bambini a muovere i primi passi nel mondo della tecnologia alla scoperta della musica, colori e forme.

App per bambini di 2-3 ani? Ecco i nostri consigli

Le applicazioni per bambini sono giochi che hanno come obiettivo quello di essere divertenti e stimolanti. Per questo spesso hanno interfacce intuitive e si caratterizzano per l’utilizzo di animazioni fluide e colori pieni e accesi. Per i bambini a partire dai 2 anni, le app dedicate riguardano argomenti come i primi approcci alla musica e al suono, i colori, saper riconoscere i versi degli animali e i primi giochi e racconti animati.

Ecco sotto i titoli consigliati da Mamamò, con la raccomandazione di affiancare i piccoli nel gioco e di non esporli agli schermi per tempi troppo prolungati. 

Sago Mini Carillon

Un’applicazione per i più piccoli. In Sago Mini Carillon ogni tocco produce suoni e canzoni e tante sorprese che animano i paesaggi naturali sullo sfondo. A esplorare i paesaggi ci sono Jinja, il gatto che vola per il cielo, Harvey, il cane che solca i mari, e Jack, il coniglio che scopre una landa di neve. Include le musiche di “Twinkle, Twinkle, Little Star”, “Row, Row, Row Your Boat” e “Jingle Bells”.

Fiete world

Il vivace marinaio Fiete è uno spirito libero che ha avuto grandissimo successo grazie alle sue app nelle attività di gioco e di svago di tante famiglie del mondo. Un personaggio amichevole ed eclettico dall’aria sbarazzina, immerso con entusiasmo contagioso in continue attività; le app di Fiete sono 14, così dopo averlo trovato pronto a coinvolgere in sport invernali e in giochi sportivi e dopo averlo trovato calciatore, e prezioso assistente in matematica (Fiete Math) e pilota in acrobazie mozzafiato (Fiete Cars) e in versione contadino, Fiete torna con un’altra soddisfazione giocosa: ora è pronto ad esplorare il mondo! Gli ambienti si scoprono procedendo per tocchi e scorrendo lo scenario da sinistra a destra, si procede liberamente fra mille piccole attività: si travestono i personaggi da vichinghi, piloti o pirati, si guida il trattore, la nave o la barchetta (con le grandi frecce che compaiono), si segano alberi, si sperimenta un mondo molto simile al quotidiano di tanti bambini.

Il libro bianco

Grazie a Il libro bianco, app che si basa sull’albo illustrato omonimo edito da Minibombo, il bambino vestirà i panni di un imbianchino alle prese con pennellate di colore da stendere sulle pagine bianche di un libro per svelare l’esistenza di simpatici animali. È la mano del bambino che sceglie il secchio di colore che preferisce e che lo stende sullo schermo bianco per scovare l’animale che si cela intrappolato. Una volta scoperti, leoni, granchi e ippopotami si animano e sono quindi liberi di andarsene per la loro strada.

Peekaboo Barn

Cucù, Cu Cu Ba, Bausettete, Bubusettete, Peekaboo. Il gioco ha vari nomi a seconda dell’area geografica e della cultura, ma è sempre presente ad ogni latitudine, perché risponde ad un’esigenza precisa dello sviluppo cognitivo del bambino: la necessità di imparare che le cose continuano a esistere anche quando non si vedono. Peekaboo Barn è una piccola, deliziosa app, capace di trasferire la meraviglia inossidabile del gioco del “Cucù” su tablet e smartphone, sviluppando allo stesso tempo in modo efficace l’idea che sta dietro a molti libri con le finestrelle, che consentono di “scoprire” un personaggio celato. Qualcuno è nascosto nella stalla e bussa rumorosamente perché vuole uscire. Chi sarà?

Loopimal

Loopimal è un’applicazione per bambini che gioca con i colori, la musica e i movimenti, dando la possibilità ai bambini di vederli combinarsi impartendo dei comandi a 6 animali, che si muoveranno, danzeranno e suoneranno a seconda di come sono stati “programmati”. Un uccellino, un orango, un polipo, una scimmia, un orso e un maiale: è questa la galleria degli irresistibili animali che si presentano all’apertura dell’app, tutti in attesa fremente di poter iniziare la loro danza e il loro eventuale canto. Al cambio di schermata, cambia anche la melodia, che si adatta al carattere dell’animale rappresentato, ma che è sempre elettronica, a volte più ritmata altre più meditativa.

Sago Mini Forest Flyer

Sago Mini Forest Flyer è un’app dedicata ai più piccoli, che sono invitati a giocare nella foresta con il buffo uccellino Robin. Basta svegliarlo con un campanello per farlo volare fuori dal nido e accompagnarlo (con un dito) nella ricerca delle stelline gialle, ovvero 20 opportunità di gioco tra animazioni, attività e interazioni che si svelano nel corso dell’esplorazione del bosco. Ma volando qua e là si incontrano anche moltissime altre sorprese, come palloncini da scoppiare, fiori soffioni da far volar via e bacche-chewingum!

Sogni d’oro! e Sogni d’oro Circo

La missione di Sogni d’oro!? Condurre i bambini con dolcezza a spegnere la luce e fare la nanna. Tutto è studiato per ottenere il risultato promesso dal titolo dell’applicazione: lo sfondo delle bellissime tavole illustrate è buio, ma i punti luminosi di ciascuna consentono la lettura a luci spente, la voce narrante – profonda e tranquillizzante – si rivolge direttamente al bambino, in sottofondo si sentono frinire i grilli e in chiusura dell’app c’è una musica simile a quella di un carillon. Dopo aver toccato gli animali per riconoscerne versi e movimenti, il bambino dovrà spegnere le luci utilizzando gli appositi interruttori. In questo modo gli animali della fattoria, uno dopo l’altro, si potranno addormentare e alla fine della lettura anche il piccolo verrà invitato a chiudere gli occhi. Il fortunato esperimento viene riproposto anche con Sogni d’Oro Circo, in cui i bambini hanno la possibilità di spegnere la luce e augurare la buonanotte agli animali del circo.

Arca di Noè Animalibrium

I protagonisti di Arca di Noè Animalibrium sono degli animali: tanti, anzi tantissimi animali, e sono proprio quelli che Noé deve caricare sulla sua arca prima del grande diluvio. Di Noé non c’è però traccia, perché sono i bambini a fare le sue veci e a recuperare dalle terre ancora emerse un elefante, una zebra, un coccodrillo ecc… Sin da subito risulta evidente che tutti gli animali non hanno un posto prestabilito su quel barcone oscillante, che può anche un po’ affondare ma che miracolosamente poi torna a galleggiare, ed è proprio così che hanno inizio l’avventura e il divertimento!