fbpx

Come attivare il Parental Control su console e dispositivi mobili

parental control

Ogni console “moderna” e i dispositivi mobile permettono ai genitori (o tutori) di gestire il tempo e i contenuti sui dispositivi utilizzati dai minori – si chiama Parental control. Vedremo come si possono attivare e customizzare i filtri e le limitazioni sulle console PlayStation, Switch, Xbox One e sui cellulari iPhone/iPad e Android. Sulle console potremo limitare l’utilizzo dei videogiochi, “obbligando” i nostri figli a utilizzare i giochi che rispondono ai requisiti PEGI (qua vi raccontiamo come funziona il sistema di classificazione videogiochi europeo) e a gestire il tempo di utilizzo della console – per esempio, potremo impostare la PlayStation in modo che nostro figlio possa giocarci un’ora dal lunedì al giovedì, non utilizzarla per nulla il venerdì (magari perché ha basket e il resto del tempo deve studiare), concedendogli due ore il sabato e la domenica – e in tutti i casi, dovrà giocare tra le 16:00 e le 21:00. Infine, potremo decidere se l’account del figlio potrà acquistare contenuti (videogiochi o espansioni, come i vestiti di Fortnite), e se potrà comunicare online con chat o parlando nel microfono.

In generale, per impostare le console dovrete avere un account “amministratore” (che poi è quello che userete voi per giocare, se siete dei gamer) e un account “minore” per ogni figlio.

Un consiglio per la creazione di account “minori” sulle console: se dovrete creare un account “figlio” ex-novo, dovrete inserire anche una email valida per vostro figlio – è necessario in tutti i casi in cui vorrete permettere a vostro figlio di andare online e giocare in multiplayer. Invece di creare un indirizzo email diverso per ogni figlio, potete usare il vostro account Gmail, inserendo dei “punti” nel nome.

Per esempio, l’account “paolopaglianti@gmail.com” può essere utilizzato come “pa.olopaglianti@gmail.com” o come “paolopa.glianti@gmail.com”. Per Gmail non farà nessuna differenza (quando registrate una mail, Gmail vi assegna tutte le variazioni possibili con i “punti”), ma per Sony o Xbox saranno tre account diversi. Così potrete assegnare “paolopaglianti@gmail.com” al vostro account “amministratore”, “pa.olopaglianti@gmail.com” al figlio maggiore e “paolopa.glianti@gmail.com” a quello minore, con la comodità di gestire gli account direttamente dal vostro account Gmail senza passare ad altri account.