Educazione digitale

I consigli degli esperti per un consumo consapevole di video e videogiochi, Internet e social network da parte di genitori e ragazzi, per favorire una media education che tenga conto di rischi e opportunità offerte dal digitale. Strumenti per contrastare il cyberbullismo e per aumentare la sicurezza dei minori quando navigano in rete. Tante risorse per avvicinare i bambini alla didattica digitale, raccolte tematiche di app, recensioni di device e prodotti dell’editoria digitale.

compiti vacanze

La matematica, l’italiano, l’inglese, tutte le materie scolastiche sono uno sport: bisogna allenarsi costantemente per mantenere alte le prestazioni. Certo, si deve rallentare durante le meritate vacanze, ma mai smettere completamente. Basta leggere un fumetto, contare le file degli ombrelloni, calcolare la moda del colore dei costumi da bagno, giocare a sudoku, oppure fare esercizi su redooc.com…

follower

L’adolescente del 2019 deve fare i conti con i propri follower sui social. Il loro numero, inutile girarci attorno, conta perché la società in cui viviamo mette al centro la prestazione e il risultato. Chi è popolare ha successo e, annebbiati dai numeri, non ci si ferma abbastanza a pensare a come si è raggiunto quel successo. Serve allora spiegare a un figlio che la popolarità non deve essere l’obiettivo a cui tendere ma l’eventuale conseguenza di un lavoro ben fatto

gaming disorder, dipendenza dai videogiochi

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) nel corso della 72a edizione della World Health Assembly a Ginevra ha formalmente indicato il “gaming disorder” (la dipendenza dai videogiochi) come malattia, inserendola nell’International Statistical Classification of Diseases and Related Health Problems (noto come ICD-11). Pro e contro.

edoardo mecca, avrei soltanto voluto

Se si vuole fare davvero prevenzione al cyberbullismo non basta dare ai ragazzi delle regole da rispettare. Occorre passare dalla vita e dalle loro storie, per aiutarli a comprendere un po’ di più quali sono i motivi di alcuni comportamenti, anche quelli più pesanti e sbagliati. Perché la funzione delle narrazioni è da sempre quella di aiutare gli uomini a capire meglio il presente.

screen time

Il dibattito pubblico sui danni dello screen time in bambini e ragazzi è acceso e numerosi sono gli appelli per proteggere i bambini limitando tempo di esposizione e uso. Daniel Kadefelt-Winther, ricercatore presso l’Unicef, ha preso posizione evidenziano come le ricerche scientifiche che riscontrano un pericolo siano a oggi inattendibili e che atteggiamenti restrittivi possano privare i bambini di occasioni di sviluppo e crescita.