Educazione digitale

I consigli degli esperti per un consumo consapevole di video e videogiochi, Internet e social network da parte di genitori e ragazzi, per favorire una media education che tenga conto di rischi e opportunità offerte dal digitale. Strumenti per contrastare il cyberbullismo e per aumentare la sicurezza dei minori quando navigano in rete. Tante risorse per avvicinare i bambini alla didattica digitale, raccolte tematiche di app, recensioni di device e prodotti dell’editoria digitale.

Un agile manuale di Editoriale Scienza che spiega ai bambini quali sono le professionalità per creare videogame, dare vita ad animazioni, comporre musica digitale e costruire pagine web. Con lo scopo di stimolare in loro curiosità e interesse per il “dietro le quinte” dei prodotti e dei contenuti digitali che ogni giorno utilizzano.

youtube animation channels

Un nuovo fenomeno in rapida ascesa è quello degli Animation Channels: canali YouTube dedicati in modo specifico a contenuti di animazione, in cui disegnatori, illustratori e fumettisti creano contenuti video per mostrare le loro creazioni, raccontare storie e creare tutorial. Ecco una selezione dei migliori animation channels per bambini e ragazzi.

xbox one

Il parental control su Xbox One ha esattamente le stesse funzioni che ha su Windows 10 – d’altra parte sono due ambienti Microsoft. In questo post esamineremo le opzioni su console e su PC. Per inciso, se un vostro account è legato sia al Windows 10 di casa che alla console, impostando un parental control per vostro figlio sulla console verrà impostato contemporaneamente anche su Windows.

parental-control-su-playstation-4

Il Parental Control su PlayStation 4 può essere impostato in una decina di minuti. Dovrete solo avere la console connessa a Internet e sottomano le credenziali dell’account “amministratore” e seguire le nostre istruzioni passo a passo. E’ possibile poi gestire il tutto anche dal telefono tramite apposita app.

dipendenza da videogiochi

Nella tarda primavera del 2018, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha proposto di inserire il Gaming Disorder o “disturbo da dipendenza da videogiochi” nell’ICD-11 (International Classification of Diseases), un manuale che raccoglie tutte le possibili malattie, utilizzato dai clinici per fare diagnosi. La notizia ha scatenato il panico tra i genitori. Proviamo con questo post a fare un po’ di chiarezza e a dare la giusta dimensione alla notizia.