Buone prassi nell’educazione digitale

I ragazzi imparano dai genitori e dagli adulti come comportarsi davanti agli schermi di tablet, smartphone, computer e televisione. Quando gli adulti di riferimento sono informati e formati sulle buone prassi nell’educazione digitale possono insegnare ai figli un uso consapevole dei dispositivi elettronici che hanno tra le mani. Ecco tanti consigli per capire come gestire il tempo dei nostri bambini davanti allo schermo, per non lasciarli soli nella loro vita virtuale.

bambino tablet

Nei primi anni di vita è bene che l’esperienza digitale venga limitata il più possibile. È opportuno che il tempo dei bambini non venga saturato da immagini, per dare spazio alla relazione e al gioco, quali elementi fondamentali per lo sviluppo. E per fare un’esperienza del mondo che vada al di là di quella, piuttosto limitata, offerta da uno schermo piatto.

prontuario per genitori

Un genitore deve affiancare i figli in rete, perché dovrebbe conoscere i rischi che i più giovani potrebbero incontrare nel mondo virtuale. Se non si può infatti evitare che i figli corrano dei rischi, si può però insegnare loro a riconoscerli. Uno di questi rischi, forse quello peggiore, è il child grooming o adescamento online.