fbpx

Botanicula. Un rompicapo psichedelico dagli autori di Machinarium

Botanicula. Sviluppatore: Amanita Design. Piattaforma: PC (Windows, Linux e Mac). Lingua: molte, tra cui italiano e inglese. Prezzo7,99 € (Steam)

Amanita Design, gli sviluppatori dell’apprezzatissimo videogioco Machinarium, hanno recentemente pubblicato per iPad Botanicula, un’avventura grafica “punta e clicca” già sviluppata in versione computer (per Microsoft Windows, Linux e Mac).

Ancora una volta questo gruppo di giovani programmatori inventa una avventura ambientata in un mondo che non c’è, un mondo tutto vegetale di piccole e buffe creature mutanti, incroci tra frutti ed insetti, e piante luminescenti, in cui la linfa fosforescente scorre a vista d’occhio. Su uno di questi alberi, che ospita un vero e proprio universo di intricate strade, villaggi e colonie di strane creature, vive un gruppo di 5 amici (un fico luminoso, due funghi, una specie di insetto stecco e un moscerino), che si fa carico di una missione importantissima: portare un seme luminoso dell’albero a destinazione, per difenderlo dalla minaccia sempre più vicina degli inquietanti ragni neri succhiatori di linfa ed energia delle piante e dei loro piccoli abitanti.

L’avventura per portare a termine l’obiettivo si snoda in 9 episodi e in 150 schede da esplorare in ogni meandro per risolvere i rompicapo o puzzle che vengono proposti per procedere di livello in livello. Si avanza grazie alle indicazioni fornite dagli improbabili personaggi che si incontrano sulla via, si percorrono e ripercorrono i sentieri e si mettono in salvo oggetti che saranno utili al momento giusto. In ausilio a chi perde facilmente l’orientamento, la barra di navigazione presente nella parte superiore delle schermate del tablet offre una mappa per ciascun episodio. Inoltre, nell’esplorazione si trovano le “carte” o sorprese nascoste, da collezionare con i corrispondenti punti (ancora si tratta di creature mutanti, ciascuna con una sua bizzarra caratteristica) per confrontarsi poi con gli altri giocatori nel GameCenter.

Inutile dire che il gameplay del videogioco è di altissima soddisfazione, non solo per il fitto susseguirsi di ingegnosi rompicapo e puzzle, ma anche per l’invenzione continua delle illustrazioni e l’imprevidibilità del sound design e della colonna sonora, realizzata dalla band cecoslovacca DVA. Meno cupo di Machinarium, più ironico e autenticamente divertente in molti passaggi, Botanicula mette in scena una storia di nobili motivazioni e sentimenti, in un mondo in cui l’uomo non compare (più), sostituito da microcreature che però in molto gli somigliano.