App per bambini

Recensioni delle migliori app per bambini e ragazzi fino ai 14 anni: giochi, libri, istruzione e creatività. Puoi trovare anche app per il benessere e la salute, la maternità, la gravidanza e i bisogni speciali come autismo e DSA (in particolare la dislessia).

Un’opera del poeta Cécile Palusinski dedicata agli alberi, con le illustrazioni di Elza Mroziewicz e Saba Niknam. Il libro fa parte del progetto transmediale Arbres-Mondes. Un QR Code presente al fondo del volume costituisce infatti uno degli ingressi a questo mondo particolare, una mappa che mette in evidenza 22 alberi e 6 tipi di foresta, consultabile sia online che sull’app dedicata, scaricabile gratuitamente, e accessibile anche in realtà aumentata.

ITALY. Land of Wonders

Un videogioco voluto dal Ministero degli Esteri per far conoscere il patrimonio culturale italiano ai giovani e al pubblico straniero, sfruttando narrazione, gioco interattivo e una grafica semplificata per illustrare arte e tradizione del nostro Paese. Totalmente gratuito, si offre come strumento didattico allo stesso tempo divertente e informativo. Il materiale da visionare è molto e accurato, anche se le meccaniche di gioco e scoperta sono forse un po’ ripetitive. 

I rabbids sono tornati! Dopo l’ottimo Mario + Rabbids, di cui abbiamo già scritto, gli strambi coniglietti nati nel 2006 in Rayman Rabid Rabbits tornano in un gioco educativo e totalmente gratuito, Rabbids Coding. Questa volta i Rabbids hanno invaso la Stazione Spaziale Internazionale, seminando il caos, come di consueto. Al giocatore il compito di farli tornare sulla Terra attraverso delle strane lavatrici che li teletrasporteranno all’istante. Il bello è che nel farlo bisognerà saper maneggiare le basi della programmazione informatica.

Un albo illustrato che vuole mostrare ai bambini il significato dei contrari (dentro e fuori, asciutto e bagnato…) e che presto va oltre per insegnare il valore del punto di vista da cui si osserva. E un’app mobile che spiega le coppie di contrari, ma in modo divertentissimo grazie alle interazioni e alle animazioni che rendono dinamica e buffa la comprensione.