Salone Internazionale del Libro di Torino 2019, il programma per i ragazzi

salone libro torino bookstock village 2019Diritti, democrazia, solidarietà, questioni di genere, ambiente, educazione, convivenza: questi i temi del Bookstock Village, il grande spazio dedicato a bambini, scuole e ragazzi, in cui scrittori, illustratori, fumettisti e intellettuali incontrano i loro lettori più giovani all’interno Salone Internazionale del Libro di Torino.

Il programma per i piccoli non poteva infatti non dialogare con il tema generale scelto per questa edizione dell’evento, intitolata Il gioco del mondo. Il “contro-romanzo” di Julio Cortázar, grande maestro del Novecento, un libro sconfinato e un invito alla ribellione, alla fuga e all’avventura, un ponte tra diverse culture, ispira infatti il programma questa 32° edizione del Salone.

Il programma per i bambini

Grazie alle parole e alle immagini di alcuni tra i migliori autori italiani e internazionali, i più giovani giocheranno dunque con il mondo, scopriranno il suo gioco. Per quest’edizione non un paese, ma una lingua ospite. In arrivo un gruppo di autori e illustratori che parlano spagnolo, uno su tutti Luis Sepúlveda, poi Nicoletta Costa per i piccolissimi e nella giornata del Friday For Future, un grande incontro sul rispetto dell’ambiente quello con Luca Mercalli Gianumberto Accinelli.

Tanti, poi, i laboratori del Bookstock Village dedicati come sempre al fare e allo sperimentare: dall’arte e l’illustrazione, fino ad arrivare alla scienza, passando per scrittura, narrazione a fumetti, oltre ai numerosissimi incontri con gli autori più amati e seguiti dai ragazzi.

Qui trovi tutti gli appuntamenti 0-13 in dettaglio.

Il programma per adolescenti

In arrivo da tutta Italia, i ragazzi dai 13 ai 18 anni membri di diversi gruppi di lettura, per presentare libri che hanno curato, per intervistare gli autori e, in generale, per prendere parola in veste di autori e lettori e anche di librai. Infatti alla Libreria per Bambini si affiancherà una Libreria dedicata agli adolescenti che ospiterà una selezione di libri pensata appositamente da loro e per loro. Una libreria dove adolescenti e giovani adulti consiglieranno libri ai coetanei, e dove gli insegnanti e i genitori potranno scoprire cosa leggono i ragazzi che leggono.

Operativo presso il Salone dal 2010, il BookBlog è il giornale online che racconta il Salone attraverso la voce di una redazione giornalistica di studenti fra i 12 e i 18 anni. Un progetto che continua a crescere, chiamato alla cronaca letteraria anche di altri importanti eventi letterari, come Portici di Carta e Pordenone Legge, che nei cinque giorni del Salone, opera in stretta collaborazione con il quotidiano La Stampa.

Qui trovi tutti gli appuntamenti +13 in dettaglio

Sentieri digitali

All’interno del Bookstock Village sarà presente anche l’area di consultazione Sentieri digitali, pensata per presentare il meglio dell’editoria digitale italiana e internazionale dedicata ai bambini e ai ragazzi. Allestita in collaborazione con Mamamò, proporrà in libera consultazione sui tablet le applicazioni mobile premiate e menzionate dal BolognaRagazzi Digital Award 2019 e una selezione di titoli interattivi suddivisi per fasce d’età.

Educare alla lettura

Per il terzo anno, dopo aver coinvolto la scorsa edizione quasi 1000 insegnanti, torna, in collaborazione col CEPELL – Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il corso di aggiornamento riconosciuto dal Miur per docenti, bibliotecari ed educatori, Educare alla lettura. Un palinsesto di oltre 20 ore di programmazione, con grandi autori internazionali ed esperti del mondo della formazione. Segnaliamo gli appuntamenti:

APPLICHIAMOCI. ALLA RICERCA DI APP DI QUALITÀ PER BAMBINI E RAGAZZI

VIVI INTERNET AL MEGLIO

LA LETTURA AUMENTATA

Una nuova location

Il Bookstock Village, infine, in questa edizione 2019 cambia casa, spostandosi nel Padiglione 2, e sarà impreziosito dall’allestimento Saltare i confini… tra terra e cielo curato dal Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea.