fbpx

Punti di vista

Per conoscere da vicino i punti di vista degli esperti dell’editoria digitale: educatori, bibliotecari, autori, sviluppatori e illustratori spiegano come cambia la produzione e la fruizione del contenuto quando passa attraverso lo schermo di un tablet, di un pc e di una console di videogioco.

Dopo aver scoperto la loro bella app dedicata a Paul Klee, abbiamo conosciuto Lara Mezzapelle e Debora Albano, fondatrici di Lapisly, al Salone del Libro di Torino dello scorso maggio. In occasione del lancio della versione gratuita di ExplorArt Klee, abbiamo chiesto loro di raccontarci come è nata la loro start up, che intende educare i bambini alla storia dell’arte a partire dai nuovi media.

Federica Pascotto ha un laurea in storia dell’arte e il pallino della didattica. Giovanna Hirsch ha un master in economia dello sviluppo e diversi anni di esperienza nella gestione di progetti di sviluppo locale. Insieme hanno fondato nel 2015 Art Stories, una startup che sviluppa app educative sui beni culturali per far scoprire ai bambini l’arte, l’architettura, i musei e le città attraverso giochi digitali.

“Làstrego & Testa Multimedia” ha all’attivo oltre 180 pubblicazioni e serie animate, tra cui quelle nate dai meravigliosi disegni di Luzzati. Ora i diritti del gatto Mirò, personaggio nato con bottoni e passamanerie dalla fantasia di Cristina Làstrego e poi diventato un’app, sono stati acquistati da un editore cinese. Abbiamo chiesto a Francesco Testa di raccontarci come il protagonista di Identikat conquisterà la Cina.

console per videogiochi

Tablet o console? Console portatile o fissa? Spesso i genitori sono disorientati di fronte all’acquisto di un dispositivo digitale, soprattutto se dedicato ai videogiochi. Per questo, visto l’approssimarsi dei regali di Natale, per fornire ai genitori qualche consiglio su come scegliere la console più adatta alle loro esigenze, abbiamo chiesto una mano a Emanuele Cabrini, fondatore del sito GameSearch.it.

In principio c’era il raffinato libro di Antonella Abbatiello Facce, pubblicato da Topipitori e ispirato ai collage di carta colorata. Poi è arrivata l’app Facciamo! e ora il progetto di crowdfunding su Eppela. Abbiamo chiesto a Lorenzo De Tomasi di Isotype/Semidigitali, uno dei padri di Facciamo!, di raccontarci come da un albo illustrato per l’infanzia sia nato un progetto digitale che continua a crescere.