App per bambini con problemi di linguaggio e di apprendimento

La letteratura in ambito scientifico definisce le funzioni esecutive come un insieme di processi cognitivi che permettono di iniziare e portare a termine comportamenti complessi, indirizzati ad uno scopo, per raggiungere obiettivi precisi, per giungere all’attivazione e all’utilizzo dei processi della conoscenza.

Le funzioni esecutive sono essenziali nella vita di tutti i giorni, soprattutto per quanto riguarda l’apprendimento. Tra queste ci sono la memoria di lavoro e l’attenzione focalizzata.
La memoria di lavoro permette di mantenere le informazioni in mente in modo da processare, lavorare e manipolare le stesse. L’attenzione è un processo cognitivo che permette di selezionare alcuni stimoli ambientali tra i molti disponibili ad un dato momento e di ignorarne altri. L’attenzione focalizzata e selettiva, come dicono le parole stesse, permette di mantenere l’attenzione su uno stimolo per un lungo tempo.

Nei bambini, anche in età prescolare, è essenziale allenare queste abilità che formano l’intreccio su cui si costruiscono gli apprendimenti. A questo scopo, vi propongo due app altamente professionali.

SpaceBrain

space brain

L’app SpaceBrain ha alle spalle il lavoro del logopedista Antonio Milanese e dello psicologo Ivano Anemone dello studio di neuropsicologia e logopedia di Training Cognitivo, che l’hanno sviluppata in collaborazione con Flick Lab. Proprio per questo questa applicazione ha solide basi scientifiche ed è utile anche per gli adulti che hanno bisogno di mantenere e riabilitare alcune di queste funzioni, per esempio dopo un ictus o per qualche malattia neurologica.
Sono 7 le attività proposte che vengono ben spiegate all’inizio di ogni esercizio, perché alcune sono piuttosto complesse. Si può iniziare il gioco in modalità avvio rapido o variare le impostazioni modificando il grado di difficoltà:

  • Barrage: bisogna toccare tutti gli stimoli target prima che scada il tempo. Si possono variare stimoli, spazio, ma soprattutto le modalità delle attività.
  • Pasat: viene chiesto di scrivere la somma/sottrazione degli ultimi numeri visti e/o ascoltati. L’app consente di scegliere se effettuare addizioni o sottrazioni, il numero di stimoli, la quantità e il tempo di esposizione.
  • Nback: in questo esercizio c’è da organizzare le informazioni ricevute da uno stimolo uditivo (numero), spaziale (casella illuminata), visivo (colore) o combinato.
  • Doppio compito: bisogna svolgere contemporaneamente un compito di Barrage associato ad uno di Nback.
  • Span di cifre: vengono proposti dei numeri in modalità visivi ed uditiva. Viene chiesto di scriverli in ordine diretto o inverso. Anche in questo caso si possono personalizzare gli stimoli.

Le seguenti due attività sono associate agli apprendimenti scolastici:

  • Ortografia dal dischetto: il bambino deve scegliere la parola scritta correttamente tra due o più stimoli. Se la risposta è corretta, il calciatore fa gol.
  • Tabelline dal dischetto: l’ambientazione del gioco è la precedente ma il bambino deve scegliere il risultato di una tabellina.

SpaceBrain. Sviluppatore: Flick Lab Srl . Requisiti: Compatibile con Android 4.4 e seguenti, iPad 9.0 e seguenti e iOS 11.0 e seguenti. Lingue: italiano. Prezzo: Versione Demo gratuita. Versione completa € 17,99. Età consigliata: 4/99 anni.

MITA – Terapia cognitiva e linguistica per bambini

mita

MITA è un’applicazione sviluppata dal neuroscienziato Andrey Vyshedskiy dell’università di Boston e Rita Dunn, pedagogista dell’università di Harvard, insieme all’Azienda ImagiRation LLC.
Nata in modo particolare per i bambini autistici, è molto utile per sviluppare le funzioni esecutive in tutti i bambini con problemi di linguaggio e/o di apprendimento, anche legati a sindromi o deficit cognitivi. Infatti una ricerca clinica durata 3 anni, su 6.454 bambini con un disturbo dello spettro autistico, ha dimostrato che l’uso dell’app MITA ha portato a miglioramenti maggiori nello sviluppo del linguaggio, confrontati con un gruppo campione che non l’ha utilizzata.
MITA allena il bambino su segnali visivi presentati simultaneamente, capacità compromessa in persone con autismo, con conseguente ‘sovraselettività di stimolo’ o ‘visione a tunnel’. Se si migliora la capacità di integrare più segnali, questo riduce la sovraselettività degli stimoli e ciò porta a notevoli miglioramenti nell’apprendimento generale.
I giochi presenti nella versione gratuita sono ben 79 e il genitore può scegliere il livello volta per volta. I primi 20 giochi sono di livello facile e via via dal 40° gioco in su, sono definiti impegnativi.
 I temi di gioco sono tantissimi e permettono al bambino di scegliere quello a lui più congeniale. Inoltre, il genitore può scegliere di concedere un gioco premio per gratificare il bambino dopo un esercizio di allenamento.
Mano mano che si prosegue, i giochi si selezionano per difficoltà, automaticamente, in base alle prestazioni del bambino, funzionando con il meccanismo di trascinamento del dito sullo schermo, per una maggiore integrazione visuo-motoria.
Oltre ad aiutare lo sviluppo del linguaggio, questa app sviluppa l’auto-cotrollo, l’attenzione, la memoria di lavoro, il pensiero critico e la creatività.



MITA. Sviluppatore: ImagiRation LLC. Requisiti: Compatibile con Android 5.1 e seguenti, iPad 8.0 e seguenti e iOS 11.0 e seguenti. Presente anche su Amazon. Lingue: numerose lingue fra cui l’italiano. Prezzo: Versione base gratuita. Versione Premium a 29,99 l’anno. Età consigliata: 4/10 anni.