Afghanistan: film per parlare di Medio Oriente da vedere con bambini e ragazzi

parvana

L’attuale situazione in Afghanistan desta molti interrogativi sul futuro della nazione e sulle condizioni di vita dei suoi abitanti, non solo negli adulti ma anche nei bambini e nei ragazzi. E le domande spesso aumentano perché a molti dei più giovani questa situazione appare decisamente nuova: erano ormai vent’anni, dall’attacco alle Torri Gemelle, che le forze armate americane ed europee erano stanziate in Afghanistan. Con il ritorno dei talebani a Kabul la situazione del Paese sta nuovamente cambiando. Per parlare insieme a bambini e ragazzi di ciò che sta accadendo in quella parte del mondo può essere molto utile guardare insieme un film che possa raccontare storie ambientate in questi anni di guerra, per scoprire nuovi punti di vista e vite quotidiane molto diverse dalle nostre. Per questo vi consigliamo alcuni tra film, lungometraggi animati e documentari che trattano dell’argomento, toccando non solo la situazione dell’Afghanistan ma anche di altri stati limitrofi, come il Pakistan e l’Iran.

Il cacciatore di aquiloni

Tratto dal famoso romanzo omonimo scritto da Khaled Hosseini, Il cacciatore di aquiloni è un film del 2007 diretto da Marc Forster. La pellicola racconta la vicenda di Amir, scrittore afghano trasferitosi da molti anni in America a causa dell’invasione russa del Paese che ritorna in patria per aiutare il figlio del suo migliore amico, Hassan. Nel film i flashback ci danno modo di scoprire l’infanzia dei due bambini, Amir e Hassan, legati da una profonda amicizia e dalla passione di “cacciare” gli aquiloni, ossia far volare gli aquiloni e cercare di tagliare il filo dell’aquilone avversario durante delle gare molto popolari in città. Una storia che parla di razzismo, violenza ma anche e soprattutto di amicizia, speranza e della capacità di perdonare i torti subiti.

Età consigliata: 13+. Il film è disponibile in dvd, oppure è al momento possibile noleggiarlo o acquistarlo su YouTube.

I racconti di Parvana

Con I racconti di Parvana ci spostiamo nel mondo dei lungometraggi animati. Il film, basato sul romanzo Sotto il burqa di Deborah Ellis, racconta la storia della giovane Parvana, una ragazza di 11 anni che vive nella Kabul controllata dai talebani. La vita della bambina viene completamente stravolta quando il padre, l’unico uomo della famiglia, viene denunciato come nemico dell’Islam e incarcerato. Senza nessun uomo, la famiglia di Parvana è destinata a un terribile destino. Per questo la bambina decide di tagliarsi i capelli e travestirsi da uomo per poter lavorare. Una storia di coraggio per parlare di questione femminile, ingiustizia e discriminazione.

Età consigliata: 8+. Il film sarà trasmesso sabato 18 settembre 2021 alle ore 20.30 su RaiGulp ed è al momento disponibile su Netflix.

Imparare lo skateboard in una zona di guerra (se sei una ragazza)

Sempre su RaiGulp, il 25 settembre 2021 andrà in onda il film-documentario premio Oscar Imparare lo skateboard in una zona di guerra (se sei una ragazza). Si tratta di un reportage filmato nel 2019 che ci racconta dell’iniziativa chiamata Skateistan, nata per far recuperare gli anni scolastici persi (per povertà, guerra, ecc.) ai bambini. Le bambine che partecipano al progetto sono davvero molte, perché in Afghanistan la maggior parte dei minori che non hanno un’istruzione sono, per l’appunto, ragazze. Accanto alla didattica tradizionale gli educatori hanno aggiunto delle lezioni di skate, dal un lato per rendere l’esperienza scolastica meno opprimente e dall’altro per dare modo alle bambine di imparare uno sport, conoscere il proprio corpo tramite il movimento e superare i propri limiti.

Età consigliata: 10+. Se non riuscirete a vederlo su RaiGulp, è al momento possibile comprarlo (in inglese) online su Amazon Prime Video.

Malala

Continuiamo a parlare di documentari con Malala, film del 2015 diretto da Davis Guggenheim che racconta la storia di Malala Yousafzai, la più giovane vincitrice del Premio Nobel per la pace. Nel documentario attraversiamo il confine dell’Afghanistan per approdare in Pakistan, seguendo le vicende della giovane Malala proprio a partire dalle sue parole e da quelle di suo padre Ziauddin Yousafzai. I due ci raccontano la storia della giovane ragazza, attivista pakistana che sin da giovanissima si è battuta per i diritti delle donne, in particolare in relazione al diritto all’istruzione. Per questo, a soli 15 anni, i talebani hanno organizzato un attentato contro Malala, tentando di ucciderla. Una storia potente che ci insegna a non smettere mai di far sentire la nostra voce, anche quando gli altri vorrebbero farci tacere.

Età consigliata: 12+. Disponibile per l’acquisto o il noleggio su YouTube.

Osama

Osama è il primo film realizzato in Afghanistan dopo la caduta del regime talebano e, un po’ come I racconti di Parvana, ci racconta la storia di una giovane ragazza costretta a travestirsi da uomo per evitare che la sua famiglia muoia di fame. La storia, infatti, è ambientata dopo la presa di Kabul da parte dei talebani: Maria, la protagonista, e sua madre perdono il lavoro perché solo gli uomini possono provvedere al mantenimento della famiglia e le donne non possono lavorare. Maria si travestirà da ragazzo e prenderà il nome di Osama. Il film, vincitore del Golden Globe come miglior film straniero nel 2004, racconta in maniera vivida i soprusi, le discriminazioni e la violenza di una terra in guerra.

Età consigliata: 14+. Al momento il film è disponibile solo in dvd.

Persepolis

Attraversiamo ancora il confine dell’Afghanistan, questa volta verso l’Iran. Persepolis è un film d’animazione basato sull’omonima graphic novel autobiografica scritta da Marjane Satrapi. Nel film seguiamo la vita di Marjane a partire dalla sua infanzia: attraverso gli occhi della bambina (poi ragazza) assisteremo ai cambiamenti che il regime islamico impose in Iran, con particolare attenzione per quanto riguarda la situazione delle donne che, ad esempio, furono obbligate a portare il velo. Una storia che racconta il dramma dell’essere donna sotto il regime islamico e che analizza la questione femminile con particolare attenzione ai mutamenti dell’adolescenza.

Età consigliata: 14+. È possibile vedere Persepolis su dvd, oppure si può noleggiare o acquistare su YouTube.

Bekas – In viaggio per la felicità

Bekas – In viaggio per la felicità è un film ambientato in Iraq durante il regime di Saddam Hussein. Il lungometraggio racconta la storia di due fratelli, Zana e Dana, orfani di entrambi i genitori che vivono di espedienti per poter affrontare la vita giorno dopo giorno. Quando però i due riescono a vedere di nascosto alcuni estratti del film Superman decidono di partire alla volta dell’America con un mulo. Una storia poetica e quasi fiabesca ambientata in un mondo ferito dalle brutalità della guerra che mette al centro della narrazione la fratellanza e la speranza di un futuro migliore.

Età consigliata: 10+. Disponibile attualmente su Amazon Prime Video e YouTube.