Che cos’è Wattpad e perché le sue storie funzionano

Wattpad è la piattaforma di narrazione sociale più famosa e utilizzata al mondo: i numeri ufficiali parlano di 565 milioni di storie inserite dagli iscritti, 80 milioni tra lettori e scrittori, di cui il 70% femmine e il 90% Millennials o appartenenti alla Generazione Z (nati dopo il 2000). Per accedere è necessario iscriversi e avere almeno 13 anni.

In effetti per gli over 40 entrare in Wattpad può avere un effetto straniante: le storie prodotte dagli iscritti vengono presentate suddivise in gruppi, ma a guidarci nella scelta, oltre a categorie e tag con cui sono classificate, è il numero di visualizzazioni/letture che indica la popolarità di ciascuna e che permette di stilare delle classifiche. Altra indicazione importante per chi si accinge a leggere è sapere se la stesura della storia è terminata (quindi si può leggere capitolo dopo capitolo fino alla fine) oppure se è ancora in corso.  In questo caso, per fruire il capitolo successivo è necessario attendere, ma soprattuto si apre la possibilità di collaborare con l’autore, lasciandogli commenti puntuali, stroncature o consigli per far procedere la narrazione.

Una volta entrati nella logica della piattaforma, infatti, a coinvolgerci nella lettura delle storie sono anche i commenti degli altri lettori: i segnali di entusiasmo, le critiche rissose o sarcastiche e più raramente i suggerimenti per uno sviluppo alternativo della storia diventano essi stessi parte del processo di lettura. L’utente diventa presto curioso di sapere cosa pensano gli altri lettori (proprio come nel più classico dei bookclub), oltre a guadagnare la possibilità di suggerire come modificarne il corso.

Che tipo di storie si leggono su Wattpad

Chi decide di scrivere su Wattpad è spesso giovanissimo, per cui le storie che inserisce sulla piattaforma, salvo rari e fortunati casi, sono prime e semplici sperimentazioni con la scrittura e i meccanismi narrativi. Nella maggior parte dei casi gli autori in erba raccontano percorsi di formazione e di crescita, in cui giocano un ruolo importante l’amore e la sessualità, i temi dell’identità e dell’orientamento di genere. Quando gli autori inseriscono contenuti per un pubblico adulto (ovvero sessualmente espliciti), sono tenuti a segnalarlo.

Abbondante è il ricorso al vissuto, ai motivi e agli stereotipi diffusi tra le generazioni più giovani. Questo spiega il fatto che una parte delle storie su Wattpad sia classificabile come fanfiction, ovvero opere prodotte a partire da storie o personaggi che già esistono in una produzione letteraria, cinematografica e televisiva o nel mondo delle celebrità.

Non stupisce dunque di trovare tra i protagonisti anche personaggi dello spettacolo (come Justin Bieber, Cameron Dallas ma anche Fedez, Benji e Fede, Valespo…), youtuber affermati (in Italia alcune storie sono ispirate per esempio a Favij, Anima e LaSabri) e personaggi dell’universo narrativo più amati dai ragazzi (come il maghetto Harry Potter o gli immancabili vampiri).  Tutti su Wattpad vivono nuove vicissitudini, avventure e amori e le loro storie “ufficiali” si ampliano, seguendo l’immaginazione degli autori che spesso, però, attingono a situazioni e trame che qualcuno ha già raccontato tra cinema, serie tv e narrativa young adults.

Queste le categorie presenti sulla piattaforma italiana:

Scrivere con le statistiche

Nel momento in cui si apre un account e si inizia a scrivere su Wattpad, per ciascun autore sono accessibili delle statistiche che gli consentono di monitorare il “traffico” sulle proprie storie. I dati a disposizione riguardano i lettori unici, il numero di letture, i voti e i commenti su ciascun capitolo, il coinvolgimento dei lettori (ossia le persone che hanno completato la lettura del singolo capitolo) e i dati demografici.

Grazie a questi dati e ai commenti dei lettori, l’autore può capire mentre il lavoro è in corso chi lo sta leggendo, cosa viene apprezzato e cosa invece annoia, calibrando di conseguenza il successivo lavoro di scrittura. Si tratta di metriche importanti, che probabilmente definiscono un mestiere della scrittura nuovo e diverso, ma che apre inevitabilmente a nuovi sviluppi per l’editoria libraria.

Da Wattpad allo scaffale

Wattpad dà dunque spazio e voce a chiunque si voglia mettere alla prova con scrittura e narrazioni cercando sin da subito un pubblico. Se moltissimo di ciò che viene inserito rimane sommerso e poco letto, da un mare così vasto e ricco è fisiologico che prima o poi emergono anche delle produzioni degne di attenzione, frutto di un assiduo lavoro di scrittura e di interazione con i propri “follower”. Gli autori che riescono a coinvolgere più “Wattpadder” vengono poi aiutati dai meccanismi della piattaforma stessa, che premia chi ha più letture portandoli ai piani alti delle classifiche e conferendo loro ulteriore visibilità. Per segnalare le migliori produzioni, inoltre, un team editoriale interno segnala le Storie in primo piano e da 10 anni attribuisce i Wattys Awards, che danno ai vincitori una maggiore visibilità online. Da quest’anno, i vincitori avranno inoltre la possibilità di entrare nel programma Paid Stories e di pubblicare con Wattpad Books (vedi sotto).

È stato poi un passaggio naturale, anche se non proprio prevedibile, quello che ha portato le storie più amate di Wattpad sugli scaffali delle librerie. Gli editori, già abituati ad attingere tra i successi emersi dal fenomeno del self-publishing, hanno intuito le potenzialità di questo universo di scrittura e lettura. Così, a partire da Ann Todd con la saga “After” (un successo globale, portato anche sui grandi schermi), sono state molte le storie di successo sulla piattaforma che sono diventate libri. In Italia, la prima e la più famosa tra questi nuovi autori è stata Cristina Chiperi, con la serie “My Dilemma is You”.

Cristina Chiperi Wattpad

Qualcuno inevitabilmente storce il naso, convinto che le storie su Wattpad non siano letteratura e che la loro qualità non sia quella a cui ci ha abituato l’editoria tradizionale per ragazzi. Eppure, su questa piattaforma stanno succedendo molte cose, alcune delle quali piuttosto influenti sull’industria dell’intrattenimento.

Allen Lau, co-founder di Wattpad insieme a Ivan Yuen, convinto che gli editori delle più importanti città nel mondo abbiano tutti un retroterra culturale troppo simile per decidere quello che l’intero pubblico di chi acquista libri dovrebbe leggere, dichiara: “Noi faremo leva sui nostri dati, sulla tecnologia e sulla nostra community per rivoluzionare il modo in cui i contenuti vengono creati e il modo in cui le persone si intrattengono”. L’azienda canadese non ha mai fatto mistero circa i propri piani, e già nel 2016 puntava dichiaratamente a diventare un fornitore di storie per tutta l’industria dell’intrattenimento.

Wattpad è anche editore dal 2019

Fedele alla propria roadmap, dal 2019 Wattpad non solo ha stabilito importanti collaborazioni con colossi dell’editoria come Harper Collins e Penguin Random House UK, ma è diventato a sua volta editore con il marchio Wattpad Books. Per scandagliare nell’immenso patrimonio di storie online a sua disposizione, un’apposita divisione dell’azienda combina esperienza umana a un approccio “data driven”, che consente di individuare attraverso l’analisi delle metriche a disposizione tendenze, nuovi generi e temi di nicchia che potrebbero determinare il successo commerciale di un’opera.

I primi sei titoli sono già sulla rampa di lancio, forti di un apprezzamento online elevatissimo: The QB Bad Boy & Me di  Tay Marley (con 26.3 milioni di letture), Trapeze di Leigh Ansell (2.5 milioni), What Happened That Night di Deanna Cameron (più di 1 milione), Cupid’s Match di Lauren Palphreyman (46.4 milioni), Saving Everest di Sky Chase (17.2 milioni ) e I’m a Gay Wizard di V.S. Santoni (404,000).

Wattpad per il cinema e la tv on demand

Ancora più interessanti sono gli esiti che Wattpad sta trovando nell’industria cinematografica e dei contenuti video on demand. Delle 565 milioni di storie, ad oggi circa mille sono diventate non solo libri, ma anche adattamenti per la tv, film o progetti digitali; per esempio, il film “The Kissing Booth” su Netflix nasce dalla storia di Beth Reeks già pubblicata in volume e venduta in moltissimi paesi.

Dopo le collaborazioni siglate con alcune delle più importanti realtà dell’intrattenimento internazionale (Sony Pictures Television in USA, Huayi Brothers in Korea, Bavaria Fiction in Germania, Lagardere Studios in Francia, NL Film in the Netherlands…) anche nel nostro Paese Wattpad ha stretto un accordo con Mediaset per sviluppare e co-produrre progetti e serie tv, magari anche a partire dal patrimonio si storie scritte in italiano sulla piattaforma.

L’approdo ai piccoli e grandi schermi sembra del resto nel DNA stesso delle storie di Wattpad: la dimensione crossmediale è infatti già presente sin dall’inizio, quando gli scrittori possono aggiungere alle loro narrazioni un ‘cast’ e dei contenuti multimediali (immagini e video).

Wattpad Paid Stories: visibilità e guadagno sulla piattaforma

Dal momento però che non tutte le storie hanno esiti tanto fortunati fuori dalla piattaforma, Wattpad ha recentemente pensato a una soluzione per supportare gli autori che hanno comunque apprezzamento e seguito. Il programma Paid Stories, lanciato poche settimane fa a livello globale, offre contenuti esclusivi a cui i lettori  accedono utilizzando una moneta virtuale, le cosiddette “coins” vendute a pacchetti a partire da 0.99 dollari.

Al momento l’ingresso degli autori nel programma è su invito. Il team editoriale preposto a questa selezione analizza la capacità dei narratori di tenere agganciati i lettori, l’abilità nella scrittura, ma anche l’opportunità del momento e la capacità di gestirsi nella community. Una volta selezionati, saranno i Wattpadders a decidere se spendere per leggere le loro storie e quindi remunerarli.