fbpx

LEGO® Gli Incredibili, la superfamiglia di nuovo in azione!

lego-gli-incredibili

Proprio come gli Avengers, anche la famiglia di supereroi de Gli Incredibili deve affrontare l’opinione pubblica. La loro ultima missione è stato un clamoroso successo – hanno fermato una gigantesca talpa meccanica che stava sventrando Metroville puntando direttamente al palazzo del sindaco: nonostante questo, le autorità hanno deciso di mettere un freno ai superpoteri.

Per fortuna, un eccentrico miliardario vuole aiutare la superfamiglia: consegna loro le chiavi di una megavilla e promette di sostenerli nella lotta contro il crimine. Siete pronti a liberare Metroville da gaglioffi e delinquenti?

Di cosa si tratta LEGO Gli Incredibili

Cosa c’è di meglio che mettere insieme i LEGO, un film d’animazione della Pixar e la Playstation (o l’Xbox)? Una squadra così non può che essere vincente, e infatti è da più di quindici anni che escono videogame LEGO che hanno per ambientazione i migliori blockbuster cinematografici. Abbiamo giocato alla versione video ludica LEGO di Harry Potter, Indiana Jones, Star Wars (tutti gli episodi!), Batman, degli Avengers, Jurassic Park. Ce ne è per tutti i gusti, davvero.

La struttura di base non cambia: il film viene rimescolato e il giocatore attraversa sia dei momenti imperdibili del film-diventato-videogame, sia sequenze inedite che si innestano però perfettamente nella trama generale.

Squadra che vince non si cambia, e anche ne Gli Incredibili ritroviamo la stessa formula: in questo caso, il videogame mescola situazioni nuove con scene viste sul grande schermo in entrambi i film. La superfamiglia deve affrontare una serie di missioni collegate tra loro per mettere i bastoni tra le ruote ai cattivoni della zona, partendo dal malefico Minatore, ma anche esplorare le diverse zone della città per “ripulirle” dai delinquenti ordinari – per esempio, al porto c’è una banda malvagia che sta rubando tutto il gelato disponibile, non vorremo lasciarla impunita?

A chi piacerà

Come tutti i videogiochi LEGO, anche Gli Incredibili è pensato per un pubblico giovane: sebbene si passi il tempo a picchiare i cattivoni e i loro sgherri, non è un gioco “violento”, visto che i nemici non “muoiono” ma finiscono in mille mattoncini danesi, proprio come quando i vostri figli giocano sul tavolo o sul pavimento del salotto e combattono le loro battaglie con i pezzi di LEGO “veri”. Tra una serie di combattimenti e l’altra, c’è spazio per qualche enigma: rispetto ad altri giochi, come per esempio LEGO Avengers, qua gli enigmi sono meno numerosi e meno complicati, e la difficoltà è praticamente solo capire cosa il gioco si aspetta che voi facciate. Per esempio, potrete dover costruire un carrello e spingerlo in un ascensore per attivare una macchina, oppure esibirvi in una “costruzione di famiglia” (bisogna solo premere velocemente un tasto per ogni membro coinvolto, niente di difficile), novità di questo capitolo.

Il giocatore controllerà a turno i quattro super-familiari: il papà è dotato di una forza erculea, la mamma si può allungare o trasformarsi, la figlia crea un campo protettivo e il figlio è super-veloce. Spesso dovrete combinare i super poteri: il papà può sollevare la mamma e lanciarla lontano, oppure il figlio può servirsi dello scudo della sorella per superare degli ostacoli insormontabili, come un fiume acido.

Se l’energia di un personaggio si esaurisce, esplode pure lui in mille pezzi e poi torna subito: non c’è un vero “game over”, semplicemente si perdono i LEGO tondi accumulati fino a quel momento (che sono una sorta di punteggio). La modalità più divertente e simpatica è quella del gioco a due: in questo caso, potrete giocare con vostro figlio/fratellino minore e aiutarlo a completare i livelli, magari dandogli qualche dritta su cosa fare quando si incontra un enigma. Abbiamo fatto giocare da sole le nostre figlie di 9 e 12 anni, e se la sono cavata egregiamente fino a un puzzle in cui si sono bloccate, non tanto per la difficoltà (lo hanno poi risolto in sette secondi) ma perché non capivano come attivarlo. Quindi, se prevedete di far giocare da soli i vostri figli a Gli Incredibili, tenete conto che ogni tanto vi interpelleranno in situazioni simili, che in effetti possono essere impegnative anche per un adulto (lo ripetiamo: non tanto il puzzle in sé, ma capire come funziona).

Attenzione contiene spoiler!

Infine, visto che il film Gli Incredibili 2 nel nostro paese uscirà in ritardo rispetto al resto del mondo e al videogioco (arriva a settembre), giocare ora a questo videogame spoilererà inevitabilmente qualche situazione che vedrete a fine estate su grande schermo. Ma volete mettere il divertimento di liberare Metroville insieme ai vostri figli?