PS5, la nuova console di Sony e i titoli in esclusiva

Con oltre 100 milioni di PS4 vendute dal lancio nel 2013 a oggi, si può tranquillamente affermare che la PlayStation 4 è la console più venduta di questa generazione. A fine 2020 tireremo definitivamente le somme, visto che sia Sony che l’arcirivale Microsoft lanceranno la nuova “generazione” di console, con le loro PS5 e Xbox One Series X, le nuove ammiraglie per videogiocare.

Mentre Microsoft ha iniziato già nel 2019 a mostrare la Xbox Series X, Sony ha atteso più a lungo: finalmente giovedì 11 giugno, durante una conferenza in streaming, abbiamo visto la nuova PS5 e scoperto quali videogame verranno lanciati al debutto.

Ecco la PS5 in tutta la sua bellezza “futuristica”. La console può essere posizionata in verticale o orizzontale, come sempre.

Innanzitutto, la PS5 è molto bella

Sony ha abbandonato le linee classiche che contraddistinguevano le sue console dalla PS2 in poi, dei monoliti neri. La PS5 ha delle linee curve e avveniristiche, ed è bianca e blu. Fin dal lancio, sarà disponibile in due versioni: una “normale” e una “all digital” senza lettore ottico per DVD e Blu-Ray, pensata per chi comprerà i videogame solo scaricandoli via Internet dallo shop di PlayStation. Già oggi gli shop online rispondono a una fetta cospicua e importante degli acquisti su console, e Sony ha deciso di realizzare una versione della console senza lettore ottico (come ha già fatto Microsoft per la sua Xbox One S, che è già disponibile in versione “all digital”) per far risparmiare qualche decina di euro ai suoi acquirenti potenziali. A proposito di prezzo finale, per ora bocce cucite in Sony, lo conosceremo più avanti. Le voci di corridoio parlando di un costo sopra i 600 euro, ma per ora non sono assolutamente confermate.

C’è anche il nuovo joypad, il Dualsense, che riprende le linee della PS5. Nessuna novità invece per la Virtual Reality, se non la conferma che il “vecchio” set VR della PS4 sarà compatibile con la nuova PlayStation.

Quando sarà potente la PS5?

Evitando inutili e complicati tecnicismi a base di GHz e Teraflop, possiamo dirvi in modo molto empirico che la PS5 sarà circa sei volte più veloce della PS4. Sarà in grado di visualizzare i giochi in 4K “vero”, dato che questa risoluzione sarà lo standard dei prossimi anni, ed è già pronta per supportare l’8K, anche se personalmente consideriamo questo traguardo quasi esagerato, considerando che le TV 8K difficilmente diventeranno “comuni” nei prossimi 5-8 anni. Come Xbox One Series X, la PS5 finalmente abbandona i dischi “meccanici” e incorporerà gli hard disk SSD – gli stessi che abbiamo da decenni su PC, Mac e smartphone e che ci permettono di aprire app e programmi in decimi di secondo invece che in minuti. Questo permetterà ai videogame di giocare immediatamente, non appena accesa la console, riducendo i tempi di caricamento dei videogiochi a una manciata di decimi di secondo.

Che videogame arriveranno su PS5?

Sony punta da sempre sulle sue “esclusive”, ovvero dei videogame realizzati da Sony stessa che “girano” solo sulla sua PlayStation. Se avete giocato con PS3 o PS4, oppure avete figli in casa appassionati delle console Sony, saprete che titoli come God of War, Gran Turismo e Dark Souls sono dei compagni di gioco inseparabili.

Tornano queste grandi esclusive, naturalmente, su PS5. Sony ha già annunciato il nuovo Spider-Man, con protagonista Miles Morales (il supereroe di colore che avete visto nello splendido film a cartoni animati di Spider Man Nuovi universi), che riprende il successo dello Spider-Man del 2018.

Non manca per l’appunto Gran Turismo, arrivato al settimo capitolo. Motori e quattro ruote da brivido per quello che è uno dei migliori racing game dai tempi della PlayStation 2.

Altro ritorno molto atteso, il nuovo Resident Evil, Village. Stavolta avremo a che fare un villaggio maledetto, e non solo con zombi e mostri classici ma anche con un “raduno” di streghe. Probabilmente non adattissimo ai ragazzini più impressionabili.

Per i più piccoli, Sony ha annunciato il ritorno di Sackboy (quello di Little Big Adventure) con una nuova epica avventura in 3D e piena di piattaforme. D’altra parte, Sackboy è un po’ il Super Mario di Sony.

 

Altro gioco perfetto per grandi e piccoli, Ratchet & Clank: Rift Apart. L’inossidabile coppia, nota ai gamer dagli anni 90’, torna con un’avventura molto “da cartoni animati” a spasso per universi paralleli.

 

Bugsnax viene descritto come un’avventura “musicale”, e siamo pronti a scommettere che piacerà ai piccoli di casa, anche per un livello di violenza prossimo allo zero assoluto. Sarà disponibile anche su PS4.

 

Parlando di videogiochi che ricordano cartoni animati, come non menzionare Kena: Bridge of Spirits con la sua protagonista guerriera che “gioca” con delle specie di “tenerini del buio”?

Ritorno graditissimo e molto atteso anche quello dell’eroina Aloy nel nuovo Horizon Forbidden West. Il primo Horizon Zero Dawn è stato uno dei successi di Sony nella generazione della PS4, con il suo mondo sci-fi tra dinosauri robot e umanità ritornata alla vita selvaggia.

Spazio anche alle produzioni “indipendenti”. Stray è un videogame che ci ha già conquistato: giocheremo nei panni di un gatto – avete letto bene – che deve avventurarsi per un mondo pieno di robot.

Rimanete sintonizzati su Mamamò.it per scoprire nuovi dettagli sulla PS5 o sulla Xbox One Series X: la battaglia tra Microsoft e Sony per conquistare il vostro salotto è appena iniziata, e siamo convinti che nei prossimi mesi arriveranno altri annunci di giochi e, soprattutto, il prezzo finale delle due console.