fbpx

BolognaRagazzi Digital Award 2018: ecco i vincitori

La Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna ha rivelato i vincitori della settima edizione del BolognaRagazzi Digital Award, premio internazionale attribuito ai contenuti digitali rivolti al pubblico dei più giovani che si sono distinti per qualità e carattere innovativo.

Quest’anno tra i quattro componenti della giuria che si sono dati appuntamento a Bologna per esaminare i 116 titoli candidati, provenienti da 25 paesi diversi – oltre a Warren Buckleitner, direttore di Children’s Technology Review (Stati Uniti), Lucy Gill, autrice de The Good App Guide (Regno Unito) e  Sylvia van Ommen, illustratrice (Paesi Bassi) – c’era anche Roberta Franceschetti di Mamamò.

Ecco di seguito i cinque vincitori, le cinque menzioni speciali, oltre alle 7 opere finaliste, con le motivazioni ufficiali.

I Vincitori assoluti del BolognaRagazzi Digital Award 2018

Fiction – Old Man’s Journey (Broken Rules, Austria)

Old Man’s Journey è un viaggio fisico che diventa un viaggio nella memoria, tra i ricordi di una vita, attraverso splendide illustrazioni e un’intelligente meccanica di gioco. La Giuria ha apprezzato l’atmosfera incantevole, la storia commovente e la scelta coraggiosa di un racconto dai ritmi pacati.

old man's journey

 

Non Fiction – Mammiferi (Tinybop, Stati Uniti)

L’app Mammiferi permette ai bambini di esplorare liberamente e in modo interattivo l’anatomia e le funzioni degli organi interni di diversi animali, senza richiedere l’utilizzo di testi esplicativi. Questa app innovativa rende la scienza viva, attraverso modelli anatomici dinamici che spiegano, ad esempio, il funzionamento degli artigli di una tigre o mostrano, addirittura, la nascita di un cucciolo di elefante.

mammiferi

Realtà aumentata (AR) – iBugs AR (Carlton Books Ltd., Regno Unito)

Ragni, coleotteri o uno scarafaggio sibilante possono strisciare sulla vostra scrivania, grazie a questa ben congegnata associazione di libro e app. La Giuria ha apprezzato il modo in cui l’applicazione integra e completa i contenuti del prodotto cartaceo e, in particolare, come ciascuna delle due componenti possa funzionare indipendentemente dall’altra. L’aspetto che piacerà di più ai bambini è la possibilità di guidare gli insetti come se fossero veicoli radiocomandati.

ibugs

Educazione – Slice Fractions 2 (Ululab, Canada)

Da oggi imparare le frazioni può essere molto più divertente, grazie alle avventure di un cucciolo di mammut, che vi guida attraverso centinaia di puzzle a complessità crescente. In questa applicazione la didattica si fonde in modo perfetto con una grafica e un audio eccezionali.  Ispirata da questo titolo, la giuria quest’anno ha deciso di istituire una nuova categoria del BolognaRagazzi Digital Award dedicata alle opere con un taglio educativo.

slice fractions

Cinema – Fox & Sheep Movie Creator (Fox & Sheep, Germania)

Con una grafica semplice ma molto incisiva, Fox & Sheep Movie Creator permette a bambini anche molto piccoli di creare brevi video di animazione, senza l’aiuto di un adulto. L’app, con i suoi diversi personaggi, oggetti di scena, effetti audio e video, introduce in modo immediato ed efficace gli elementi fondamentali del linguaggio filmico.

Elisa Giovannelli e  Giuliana Valentini, della Cineteca di Bologna, hanno selezionato i vincitori della sezione cinema e Kids Media, nell’ambito del progetto FLICK, creato in collaborazione con Creative Europe.

movie creator

 

Le 5 menzioni

La Giuria ha segnalato altre cinque candidature come esempi di eccellenza:

Alien AR (Carlton Books Ltd., Regno Unito)

Una combinazione di libro e app, che rappresenta un altro eccezionale esempio di utilizzo efficace della tecnologia AR per “aumentare” i contenuti del testo cartaceo. Innovativa e spiazzante, ha sfiorato la vittoria nella categoria della realtà aumentata. La Giuria consiglia di testare l’effetto “Chestburster” con l’Alien che esce dal vostro torace.

Cache-Cache Ville / Hide & Seek City (Vincent Godeau, Francia)

Con una lente magica si possono esplorare le sorprese celate all’interno di edifici e altri elementi di una realtà urbana, illustrata con un tocco creativo e originale. Possiamo persino disegnare noi gli oggetti nascosti.

Fiete Hide & Seek (Ahoiii Entertainment UG, Germania)

Fiete hide & seek ha belle illustrazioni, interazioni impeccabili e un incantevole, benché semplice, gioco di nascondino, in un’app che invita i bambini più piccoli ad andare alla ricerca di Fiete, il marinaio.

fiete hide seek

Puppet Pals 2 (Polished Play LLC, Stati Uniti)

La Giuria si è molto divertita a realizzare spettacoli di burattini con Puppet Pals 2, la stessa cosa che accadrà a molti bambini. L’ampia gamma di personaggi, accessori e funzionalità, uniti al design efficace e agli effetti audio divertenti rendono questa applicazione eccezionale. Degna di nota soprattutto la possibilità di personalizzare i characters con il proprio viso e far muovere le labbra in sincrono con la voce, utilizzando la propria videocamera.

We ARGH Pirates! (Avokiddo, Cipro)

Una divertente caccia al tesoro, meravigliosamente illustrata. Sebbene non sia perfetta (per alcuni puzzle i suggerimenti potrebbero essere migliorati), We ARGH pirates è un’app che merita di essere scaricata. La Giuria ha apprezzato la grafica originale e l’accessibilità dell’interfaccia.

argh we are pirates avokiddo

 

La Short list dei finalisti

Artie’s World (Minilab Studios, Regno Unito)

Artie’s World è una narrazione interattiva, che porta il bambino a esplorare il mondo del protagonista e a disegnare forme geometriche di base. È un’app perfetta per sviluppare la motricità fine in un ambiente di apprendimento creativo.

The Creature Garden (Tinybop, Stati Uniti)

Il Giardino delle Creature permette di creare esseri insoliti, nati dalla combinazione di diversi animali, per poi lasciarli liberi in un mondo speciale. Con gambe più lunghe potranno muoversi più velocemente, ma sarà più difficile nuotare. La Giuria ha apprezzato particolarmente la possibilità di organizzare gare di velocità tra le differenti creature e incrociare le diverse razze.

DreamWorks Dragons AR (Carlton Books Ltd., Regno Unito)

Come per l’app vincitrice iBugs AR, la realtà aumentata rende l’esperienza di lettura del libro più ricca e divertente, permettendovi di far volare i draghi attorno a voi e di scoprire le loro performance. L’installazione e l’uso delle funzioni di realtà aumentata sono immediati, grazie all’uso intelligente dei marker stampati.

Grande Gatto Piccolo Gatto (minibombo, Italia)

Storia deliziosa di un gattone e di un gattino, legati da un’amicizia speciale, che devono imparare a superare una serie di ostacoli sfruttando ciascuno il proprio talento. La Giuria ha apprezzato le illustrazioni, semplici ma originali, e il percorso interattivo dei due protagonisti verso il lieto fine.

grande gatto piccolo gatto

 

Miffy’s World (Touch Press Inc./StoryToys, Irlanda)

Un’applicazione interattiva in 3D rivolta ai bambini più piccoli, che sono in grado di creare ed esplorare la casa di Miffy, aiutandola a scegliere i vestiti da indossare, spazzolarsi i denti o fare un bagno.

My Molecularium (Rensselaer Polytechnic Institute, Stati Uniti)

Angry Birds incontra le nanoscienze in questo gioco che parte da trenta modelli molecolari e consiste nel costruire molecole complesse lanciando particelle con una fionda. My Molecularium è un gioco molto divertente che favorisce l’apprendimento di alcuni principi scientifici molto importanti.

My Very Hungry Caterpillar AR (Touch Press Inc./StoryToys, Irlanda)

Bellissimo seguito dell’app originale The Very Hungry Caterpillar, la versione AR riunisce le migliori caratteristiche di realtà aumentata per il pubblico dei più giovani. Da non perdere l’esplorazione del forziere dei giocattoli e lo speciale pennello 3D.