ricerche

I bambini hanno grande considerazione per gli organi di informazione, ma si sentono trascurati o mal rappresentati dai media, in cui individuano contenuti che li fanno sentire depressi o spaventati. È quanto emerge dalla ricerca “News and America’s Kids: How Young People Perceive and Are Impacted by the News” condotta da Commonsensemedia, che ha cercato di far emergere

Attente all’evolversi delle abitudini e delle problematiche che i ragazzi e i bambini vivono nel quotidiano, le organizzazioni che di minori si occupano colgono in questa giornata l’occasione per presentare a genitori ed educatori iniziative ad hoc, risultati di indagini, informazioni e strumenti utili per svolgere un’efficace azione educativa anche nel cyberspazio.

Trascorrono molte ore davanti agli schermi, ma pensano di rappresentare un modello positivo. Temono che i propri figli possano diventare dipendenti da internet, ma credono che la tecnologia abbia un ruolo positivo nell’educazione dei ragazzi. Sono i genitori dipinti dalla ricerca The Common Sense Census: plugged-in parents of tweens and teens.

In occasione del Safer Internet Day (SID) 2016, ricorrenza internazionale promossa dall’Unione Europea e dedicata alla sicurezza dei minori in rete, Telefono Azzurro e Doxakids presentano i risultati di una ricerca, che ridanno una fotografia un po’ allarmante dei comportamenti online di adulti e adolescenti italiani.