fbpx

App e risorse in Rete per dislessia e DSA

App e risorse in Rete per dislessia e DSA

Nel trattamento dei disturbi specifici dell’apprendimento (DSA), in particolare della dislessia, si sono fatti molti passi in avanti proprio grazie all’impiego dei cosiddetti “strumenti compensativi informatici“. Il loro utilizzo viene previsto anche dal testo Legge 170/2010, che stabilisce le nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico.

LeggiXme

Attualmente, esistono diverse soluzioni per affiancare nel percorso scolastico i bambini con questo tipo di disturbi. La più diffusa e praticata, come ci spiega Elena Beltramme di AID (Associazione Italiana Dislessia) Lombardia, è l’impiego di software dedicati da installare su computer, come l’utilizzatissimo LeggiXme.

LeggiXme è un programma gratuito, realizzato dall’ex docente Giuliano Serena a partire dal 2006 e in continuo aggiornamento, che facilita la lettura e la scrittura attraverso funzionalità di sintesi vocale, un correttore ortografico parlante in 5 lingue, un dizionario in/dall’italiano, una calcolatrice parlante e un supporto per i libri digitali. Si può scaricare e installare su computer oppure utilizzare nella versione USB.

iWinABC

Altro software ampiamente utilizzato per l’abilitazione e riabilitazione della lettura è iWinABC sviluppato da Roberto De Lorenzo, scaricabile e utilizzabile da poco anche come app per il tablet. L’impiego di applicazioni mobile dedicate al trattamento dei DSA si sta diffondendo e per molte famiglie risulta più semplice il loro utilizzo anche fuori casa, anche se, ci fa notare sempre Elena Beltramme, i prodotti di cui possono fruire sono talvolta più frammentati e meno organici rispetto a quelli sviluppati per computer.

L’app di iWinABC Dyslexia è disponibile su App Store (non è presente nella versione Android) nella versione completa (a pagamento, € 21.99) e in versione Lite, gratuita. Si tratta di un’applicazione per la lettura temporizzata di testi con scansione in sillabe o parole, in cui il contenuto di un testo prescelto viene scandito in sillabe o in parole e presentato nella pagina elemento per elemento, con persistenza automatica regolabile o controllata manualmente. Tutti i parametri dell’esercizio di lettura (tipo e dimensioni del testo, interlinea, evidenziazione ecc.) possono essere regolati e adattati alle esigenze di ciascun lettore, costruendo un percorso riabilitativo che permetta di incrementare in modo costante e stabile la velocità e la correttezza della lettura. La versione completa di iWinABC contiene anche una serie di funzioni che permettono di aggiungere nuovi testi.

RIDInet

La piattaforma RIDInet, diffuso dalla Cooperativa Anastasis (softwarehouse e centro di formazione che lavora per persone con bisogni educativi speciali – BES – e disabilità), è invece un sistema dedicato ai clinici per la riabilitazione dei DSA online, a casa e in studio. Sfruttando la connessione, consente la frequenza giornaliera, la precocità e il monitoraggio degli interventi specialistici, oltre alla costruzione di percorsi riabilitativi personalizzati. I clinici/specialisti si abbonano alla piattaforma a pagamento e le famiglie vi potranno accedere contattandoli.

Supermappe

Sempre di Anastasis, è l’app Supermappe, realizzata secondo i principi del “Design for All” e che per le sue funzionalità, prima su tutte la sintesi vocale, è anche un utile strumento compensativo per la dislessia, i DSA e i BES.

MindNote

Le mappe, concettuali, cognitive o mentali, sono un potente strumento per descrivere e rappresentare un argomento in maniera sintetica e visuale e sono quindi utilissime per prendere appunti a scuola e per studiare a casa, perchè facilitano la comprensione e la memorizzazione. Tra le tante app per produrre mappe concettuali, segnaliamo anche l’ottima MindNote, per il mondo Mac.

EDI Touch

Molte delle funzionalità sopra elencate si possono trovare in EDI Touch, un tablet appositamente studiato per bambini dislessici, le cui interfaccia e programmi sono stati realizzati con il contributo di logopedisti e ricercatori universitari nell’ambito dei disturbi dell’apprendimento. Tra gli strumenti che offre ci sono un ebook reader (che consente di leggere libri scolastici e narrativa scegliendo la dimensione del carattere ed adattando la luminosità al proprio gusto), la funzionalità text-to-speech (per trasformare con un solo gesto un qualsiasi documento in un audio libro), una calcolatrice vocale (text to speech) in grado di rappresentare (opzionalmente) il risultato dei calcoli nella modalità in colonna a cui sono abituati i bambini della scuola primaria e un  programma per la creazione di mappe mentali e concettuali e un vocabolario. Interessante il meccanismo di parental control attraverso cui l’insegnante – o il genitore – può decidere quali applicazioni siano accessibili al bambino durante il momento di studio riuscendo così a limitare le possibili distrazioni dallo svolgimento dell’attività richiesta.

La Biblioteca digitale dell’AID

Vi segnaliamo inoltre che AID – Associazione Italiana Dislessia fornisce, agli utenti che ne abbiano diritto per legge, copia dei file digitali dei libri scolastici adottati nelle classi di ogni ordine e grado scolastico. I libri digitali forniti, possono essere letti al PC da programmi dotati di sintesi vocale. Vedi per questo il sito della Biblioteca digitale dell’Associazione Italiana Dislessia “Giacomo Venuti”

Aritmeticando

Infine, menzioniamo come particolarmente meritevoli le app di Finger Talks, tra cui Aritmeticando inclusa da Apple tra le migliori App del 2013 per l’apprendimento innovativo. Rivolta a tutti, ma pensata in particolare per gli alunni con DSA alle prese con l’apprendimento dell’aritmetica, si scarica gratuitamente e si personalizza in seguito con l’acquisto di contenuti a pagamento.

PER LA SEGNALAZIONE DI APP E RISORSE UTILI PER DISLESSIA E DSA, SCRIVETE A INFO@MAMAMO.IT