app inglese

app Homo Machina

Scoprire il funzionamento degli organi interni dell’uomo entrando in una “fabbrica umana” resa graficamente come un’industria degli Anni ’20, con tubi, congegni, meccanismi, valvole e vasi e il cui funzionamento è determinato da volontà ed emozioni. Ispirata al lavoro del pioniere dell’infografica Fritz Kahn, è tangibile gioia per gli occhi.

Un gioco in cui i bambini possono imparare a riconoscere, leggere e scrivere fino a 320 parole a vista in Inglese. Il gioco del nascondino è il punto centrale dell’app perché esplora simbolicamente le abilità cognitive necessarie a ricordare le parole a vista come: attenzione visiva, morfologia del paesaggio forestale (ovvero, le lettere in una parola), ascolto attivo e, naturalmente memorizzazione visiva.

Una nuova app di Swasa che associa l’apprendimento della lingua inglese agli aspetti più ludici del Natale. Al bambino il gioco dei pacchetti regalo con gli elfi, la consegna degli stessi insieme a Babbo Natale e un calendario dell’Avvento che ogni giorno regala un nuovo vocabolo (l’app in tutto ne contiene 80, tutti pressapoco in tema natalizio).

Dall’incontro tra la creatività di Axel Scheffler e la sapienza editoriale di Nosy Crow è nata questa nuov app, che riprende il gioco dello slider – la versione digitale dei libri a pagine separate – per combinare animali diversi in creature fantastiche, che si raccontano in rima.

Dello stesso sviluppatore di Faces I Make, un’app per giocare con le lettere dell’alfabeto. Utile anche ai bambini italiani per imparare la lingua inglese, è preziosa anche per la grafica di Hanoch Piven, ancora una volta basata su collage di fotografie di oggetti di uso quotidiano sui quali prendono forma quiz, puzzle e giochi.

Nell’affollamento di alfabetieri e di alfabeti animali sugli store, quello disegnato da Charles Peattie spicca per l’originalità delle illustrazioni e l’irresistibile umorismo. Peattie anima con leggerezza ventisei animali, da “Ant” a “Zebra”. Il risultato è un’applicazione che piacerà ai bambini che si apprestano a imparare l’inglese e verrà amata dagli adulti per lo humour acidulo delle brevi strisce animate.