Spirits of Spring. Un videogioco che parla di bullismo ai ragazzi

Spirits of Spring. Sviluppatore: Minority Media. Supporto: Richiede iOS 4.3 o versioni successive. Compatibile con iPhone, iPad e iPod touch. Lingua: Italiano, Francese, Inglese, Portoghese, Spagnolo, Tedesco. Prezzo: 1,99 €.

Dopo aver toccato con Papo & Yo il difficile tema dell’alcolismo e della violenza domestica, il team canadese Minority Media con Spirits of Spring racconta la storia del giovane nativo Chiwatin e della sua lotta contro uno stormo di corvi malvagi che fanno i bulli. Non si tratta infatti della versione videoludica di una leggenda, ma di un’allegoria intelligente ed efficace per parlare ai ragazzi di bullismo attraverso un videogame.

Chiwatin – aiutato dai suoi due amici coniglio e orsa – dovrà combattere l’eterno inverno che è sceso sulla terra a causa dei corvi, usando gli spiriti della primavera per riportare alla vita gli alberi. Per completare la propria missione dovrà esplorare un fantastico paesaggio innevato – ispirato alle foreste canadesi e rappresentato attraverso una bellissima visuale a volo d’uccello – costruendo ponti con l’aiuto degli spiriti per attraversare fiumi e dislivelli.
L’allegoria è piuttosto esplicita: il ragazzo, perseguitato dai corvi-bulli, dovrà trovare la forza per uscire dal suo perenne inverno interiore e ritornare alla vita. E dovrà uscire da solo dall’isolamento, perché nel corso del gioco i corvi infliggeranno sofferenza anche a coniglio e orsa e faranno scomparire gli unici due amici di Chiwatin.

Spirits of Spring è quindi capace di affrontare un tema delicato come il bullismo attraverso un plot narrativo e un’ambientazione efficaci, accompagnati da animazioni 3D fluide e convincenti. Manca però un gameplay coinvolgente, all’altezza della storia. Il gioco di eplorazione per aiutare Chiwatin a uscire dal perenne inverno – che dura un totale di due ore circa – finisce infatti con l’essere un po’ monotono e rompere l’incanto narrativo creato dalla storia in fase iniziale.

PS il gioco è classificato 9+ da App Store per la presenza di moderata violenza da cartone animato (non c’è violenza esplicita); può in realtà essere giocato anche da bambini un po’ più piccoli, se non sono impressionabili dalle atmosfere cupe. Poiché tutta la storia è narrata attraverso testi scritti, è comunque bene che i bambini sappiano leggere.